Search

Metodi per lo studio della spirometria respiratoria e della spirografia

I principali metodi per studiare la respirazione esterna nell'uomo comprendono:

1. Spirometria: un metodo per determinare la capacità vitale dei polmoni (VC) e dei suoi volumi di aria costitutiva.

2. Spirografia - un metodo di registrazione grafica degli indicatori della funzione del collegamento esterno del sistema respiratorio.

3. Pneumotachometria - un metodo per misurare il tasso massimo di inalazione ed espirazione durante la respirazione forzata.

4. Pneumografia: un metodo per registrare i movimenti respiratori del torace.

5. PFL è un metodo semplice di autovalutazione e monitoraggio costante della pervietà bronchiale. Il dispositivo - misuratore di flusso di picco consente di misurare il volume di aria che scorre durante l'espirazione per unità di tempo (picco di flusso espiratorio).

6. Test funzionali (Shtanga e Genche).

Lo stato funzionale dei polmoni dipende dall'età, dal genere, dallo sviluppo fisico e da una serie di altri fattori. La caratteristica più comune della condizione polmonare è la misurazione dei volumi polmonari, che indicano lo sviluppo del sistema respiratorio e le riserve funzionali del sistema respiratorio. Il volume di aria inspirata ed espirata può essere misurato usando uno spirometro. Lo spirometro dell'acqua più comune. Usato anche spirometro ad aria secca.

La spirometria è il modo più importante per valutare la funzione respiratoria. Questo metodo determina la capacità vitale dei polmoni, i volumi polmonari e la portata d'aria volumetrica. Durante la spirometria, una persona inspira ed espira con la massima forza. I dati più importanti sono dati dall'analisi delle manovre espiratorie di espirazione. Volumi e capacità polmonari sono chiamati tassi respiratori statici (primari). Ci sono 4 volume polmonare primario e 4 capacità.

○ La capacità vitale dei polmoni (VC) è la quantità massima di aria che può essere espirata dopo l'inalazione massima. Nello studio è determinato dal reale ЖЕЛ, che viene confrontato con il corretto ЖЕЛ (ЖЕЛ). In un adulto, l'altezza media del JEL è di 3-5 litri. Negli uomini, il suo valore è di circa il 15% in più rispetto alle donne. Gli scolari di età compresa tra 11 e 12 anni hanno un JAL di circa 2 litri; bambini sotto i 4 anni - 1 litro; neonati - 150 ml. ZHEL = TO + POtm+ROVYD. JAL può essere calcolato con la formula: JEL (l) = 2,5 × altezza (m).

○ Volume respiratorio (DO), o profondità della respirazione, è il volume di aria inspirata ed espirata. Negli adulti, DO = 400-500 ml, nei bambini di 11-12 anni - circa 200 ml, nei neonati - 20-30 ml.

○ Prenota volume di espirazione (ROVYD) - la quantità massima che può essere espirata con sforzo dopo un'espirazione tranquilla. ROVYD = 800-1500 ml.

○ Prenota il volume inspiratorio (ROtm) - la quantità massima di aria che può essere ulteriormente aspirata dopo un respiro tranquillo. Il volume di riserva di inalazione può essere determinato in due modi: calcolare o misurare con uno spirometro. Per calcolarlo è necessario sottrarre la quantità di volumi respiratori e di riserva di espirazione dal valore del VC. Per determinare il volume di riserva di inalazione usando uno spirometro, è necessario prendere lo spirometro da 4 a 6 litri d'aria e dopo un respiro tranquillo dall'atmosfera, prendere il respiro massimo dallo spirometro. La differenza tra il volume iniziale di aria nello spirometro e il volume rimasto nello spirometro dopo un respiro profondo corrisponde al volume di riserva del respiro. ROtm = 1500-2000 ml.

○ Volume residuo (OO): il volume di aria residua nei polmoni anche dopo la massima espirazione. Viene misurato solo con metodi indiretti. Il principio di uno di questi è che un gas estraneo come l'elio (metodo di diluizione) viene iniettato nei polmoni e il volume dei polmoni viene calcolato modificando la sua concentrazione. Il volume residuo è il 25-30% del valore del VC. Prendi OO = 500-1000 ml.

○ Capacità polmonare totale (OEL): la quantità di aria nei polmoni dopo l'inalazione massima. ОЕЛ = ЖЕЛ + ОО. OEL = 4500-7000 ml.

○ Capacità polmonare residua funzionale (FOEL): la quantità di aria residua nei polmoni dopo una scadenza tranquilla. FOEL = ROtm.

○ Serbatoio di inalazione (UHP): la quantità massima di aria che può essere inalata dopo un'espirazione silenziosa. EVD = DO + POtm.

Oltre agli indicatori statici che caratterizzano il grado di sviluppo fisico dell'apparato respiratorio, vi sono ulteriori indicatori dinamici che forniscono informazioni sull'efficacia della ventilazione e sullo stato funzionale delle vie respiratorie.

○ Capacità vitale forzata dei polmoni (FVC): la quantità di aria che può essere espirata con un'espirazione forzata dopo l'inalazione massima. Normalmente, la differenza tra VC e FVC è 100-300 ml. Aumentare questa differenza a 1500 ml o più indica resistenza al flusso d'aria a causa del restringimento del lume dei piccoli bronchi. FVC = 3000-7000 ml.

○ Spazio morto anatomico (DMP): il volume in cui non si verifica lo scambio di gas (nasofaringe, trachea, bronchi di grandi dimensioni) non è soggetto a determinazione diretta. DMP = 150 ml.

○ Frequenza respiratoria (RR): il numero di cicli respiratori al minuto. BH = 16-18 giorni / min.

○ Volume respiratorio ridotto (MOU): la quantità di aria ventilata nei polmoni per 1 minuto. MOD = TO + BH. MOD = 8-12 l.

○ Ventilazione alveolare (AV) - il volume di aria espirata che entra negli alveoli. AB = 66 - 80% del MOD. AB = 0,8 l / min.

○ Riserva respiratoria (RD) - un indicatore che caratterizza la possibilità di aumentare la ventilazione. Nella RD normale è l'85% della massima ventilazione dei polmoni (MVL). MVL = 70-100 l / min.

La spirografia è un metodo di registrazione grafica dei volumi respiratori, con il quale è possibile determinare tutti gli indicatori sopra riportati della ventilazione polmonare. Dispositivi elettronici e programmi informatici attualmente utilizzati che consentono di registrare graficamente ed elaborare i volumi, i flussi e le velocità delle manovre respiratorie in una varietà di modalità.

3. test funzionali

Il tempo durante il quale una persona può trattenere il respiro, superando il desiderio di inalare, individualmente. Dipende dall'eccitabilità del sistema nervoso centrale, dallo stato dell'apparato respiratorio esterno, dal sistema cardiovascolare e dal sistema sanguigno. La durata di una respirazione massima arbitraria viene utilizzata come test funzionale che caratterizza diversi sistemi corporei. Come sapete, il principale stimolatore della respirazione è l'anidride carbonica. Nelle persone sane, il tempo di massimo respiro trattenuto dopo un'inalazione profonda (ma non massima) (test del Post) è 40-60 secondi, dopo un'espirazione tranquilla (test di Genche) è inferiore a 30-40 secondi. Questi indicatori cambiano con la respirazione forzata.

Spirometria: esame e interpretazione dei risultati

Facendo un respiro profondo e rigirando i polmoni, nasce una nuova vita. Con l'ultimo respiro, la linea dell'essere umano su questa terra è riassunta.

Quanto spesso prestiamo attenzione alla respirazione? D'accordo che solo quando abbiamo delle difficoltà. La consapevolezza dell'importanza vitale di questo processo arriva quando attraversiamo la soglia dell'ospedale, con la preghiera e la speranza di aiuto.

I medici, aiutandoci a determinare i prossimi passi, usano tutti i loro strumenti medici, in cui la spirometria è in primo luogo, senza alcun dubbio.

Spirometria - che cos'è?

Il test polmonare funzionale, per il quale viene eseguita la spirometria, è una parte centrale della medicina clinica.

Questo tipo di ricerca è progettato per garantire i seguenti compiti:

  1. Diagnosi e valutazione della gravità della malattia polmonare.
  2. Identificazione di persone potenzialmente inclini a malattie polmonari.
  3. Valutazione del rischio oggettivo prima dell'intervento.
  4. Determinazione dell'efficacia delle misure terapeutiche volte al trattamento di vari disturbi polmonari.
  5. Compilazione di un quadro obiettivo del decorso delle malattie basato sui risultati ottenuti da vari test polmonari.
  6. Predizione di effetti prolungati nel corso della malattia.
  7. Allenare i pazienti in tecniche di respirazione appropriate e vari esercizi di benessere.

Schema schematico dello spirometro

Indicazioni per la procedura

La spirometria viene eseguita secondo la raccomandazione e la direzione del medico supervisore, del capo del dipartimento dell'ospedale, dove il paziente è sottoposto a trattamento, i medici dello studio privato, nonché altre istituzioni consultive e diagnostiche.

Per il sondaggio ci sono le seguenti indicazioni:

  1. Il test è necessario per adulti e bambini che hanno una disfunzione del sistema respiratorio.
  2. Durante il periodo di preparazione per lo svolgimento di metodi di esame invasivi: lo studio del materiale biologico amniotico, la broncoscopia e altri interventi chirurgici.
  3. Gruppi di pazienti potenzialmente inclini all'asma e alla tubercolosi. Quest'ultimo si applica ai fumatori hard-core, che dovrebbero essere esaminati almeno una volta all'anno.
  4. Pazienti che si sono lamentati del sistema respiratorio, così come dopo la fluoroscopia, che hanno rivelato alcuni cambiamenti nei polmoni.
  5. Persone attivamente o professionalmente coinvolte nello sport, al fine di studiare l'effetto dell'attività fisica sulla funzionalità dei polmoni.
  6. Ipercapnia - alterato scambio gassoso, una quantità eccessiva di anidride carbonica CO

Metodi per lo studio della funzione respiratoria

Il test, cioè lo studio delle possibilità della respirazione esterna, comporta l'uso di un intero insieme di strumenti che è disponibile nell'arsenale della medicina moderna.

I seguenti metodi sono usati per studiare le disfunzioni e prevenire conseguenze negative:

  1. Spirografia: questo metodo consente di studiare la dinamica dei cambiamenti nelle funzioni del collegamento esterno del circuito respiratorio sotto vari carichi respiratori e riflettere questo processo nel grafico.
  2. Spirometria: esamina la capacità vitale dei polmoni (VC), durante vari cicli del processo respiratorio.
  3. La pneumotachometria è un metodo che consente di registrare il massimo massimo di inspirazione-espirazione sotto carichi forzati.
  4. La misurazione del flusso di colore è un metodo di auto-monitoraggio della pervietà bronchiale. Un misuratore di flusso di picco registra il volume di aria che passa attraverso i bronchi, con un respiro profondo.
  5. Test funzionali (Shtang e Genche) - un metodo che consente di trarre conclusioni sulla fornitura di ossigeno del corpo nella modalità di respirazione.

Video dei tre test del respiro:

I moderni strumenti di spirometria valutano non solo l'ovvia funzionalità del sistema respiratorio, ma possono anche rivelare lo sviluppo della patologia emergente.

Per questo, vengono create determinate condizioni. Tali metodi includono la spirografia con broncodilatatori o la spirografia con il campione. Usando Berodual, Salbutamol, Ventolin, questo test consente di condurre uno studio prima dello spasmo e dopo la sua rimozione e quindi di rilevare broncospasmo nascosto.

Un lettore attento, notando alcune somiglianze nei primi due metodi, può porre una domanda fondata: qual è la differenza tra spirometria e spirografia?

In effetti, la differenza è fondamentale. La spirometria è un metodo per determinare il volume dei polmoni e le capacità di velocità del sistema respiratorio, mentre la spirografia è direttamente un kit di strumenti che consente di costruire uno spirogramma - un modello grafico di cambiamenti (dinamiche) dei polmoni durante vari schemi di respirazione da stress.

Gli spirografi più semplici, che sono contenitori ermetici pieni di ossigeno, stanno diventando una cosa del passato.

Oggi in medicina per la diagnosi delle funzioni polmonari, come l'indicazione della loro capacità vitale e del volume espiratorio, vengono utilizzati dispositivi compatti ed estremamente "intelligenti", chiamati test dell'alcol (vedi foto).

formazione

In preparazione per la spirometria, al fine di ottenere dati oggettivi e più accurati sullo stato di polmoni e bronchi, il paziente deve soddisfare una serie di condizioni:

  1. L'esame deve essere effettuato al mattino, a stomaco vuoto, con intestino e vescica vuoti, dopo un rilassamento rilassante di 20 minuti.
  2. Prima del test, è vietato bere caffè forte, fumare e assumere farmaci broncodilatatori, quali:
    • farmaci combinati e beta-2 agonisti a breve durata d'azione per 6 ore;
    • agonisti beta 2 a lunga durata d'azione per 12 ore;
    • teofillina prolungata - in 24 ore.
  3. Durante l'intero esame, il paziente deve essere in una posizione seduta, mantenere il livello del corpo, senza tensione, l'abbigliamento non deve trattenere il torace e l'addome.
  4. Durante il test, dovresti usare un fermaglio per naso e un boccaglio speciale, strettamente premuto su tutte le parti della bocca, incluse le labbra.
  5. Se il paziente ha una dentiera, non possono essere rimossi, perché servono come supporto per il boccaglio.
  6. Se necessario, al paziente viene mostrata in pratica la procedura per eseguire questo studio.

Come viene eseguito il test?

Il processo di ricerca è un test completamente indolore, in cui il paziente non sente assolutamente alcun disagio.

Algoritmo per spirometria:

  1. Raddrizzando le spalle e girando il torace, il paziente si siede su una sedia. Questa posizione deve essere mantenuta in ogni momento.
  2. Il naso è fissato con uno speciale rivestimento che impedisce il movimento dell'aria, tranne che per la bocca.
  3. Il soggetto prende un boccaglio speciale nella sua bocca, che è collegato a un dispositivo di registrazione. Lega strettamente la bocca e preme le sue labbra.
  4. Al comando del medico, il soggetto prende il respiro più profondo possibile, riempiendo l'aria con lo spazio polmonare.
  5. Più lontano - un'espirazione lunga, come se "purificante" forte.
  6. Dopo questa ripetizione, un profondo respiro forzato e la stessa espirazione completa.
  7. Per ottenere il risultato medio più accurato, vengono utilizzati indicatori di diverse misurazioni.

Indicatori di tasso

Per tutta la sua apparente semplicità, la spirometria rende possibile studiare lo stato dei polmoni in molti componenti e confrontarli con la norma. La tabella sottostante contiene i principali indicatori che caratterizzano il lavoro del sistema respiratorio.

Tabella dei valori normali della spirometria:

Spirometria (spirografia): che cos'è, indicazioni e controindicazioni, interpretazione dei risultati della funzione respiratoria (funzione respiratoria)

Per il normale funzionamento del corpo umano ha bisogno di aria. La saturazione delle cellule con ossigeno è lo scopo principale del sistema respiratorio. La quantità di aria inalata è importante per determinare il livello della funzione polmonare. Per questo tipo di ricerca c'è la spirometria. Quello che è, per quale scopo, come viene eseguito e quando viene escluso il suo appuntamento verrà discusso più avanti nell'articolo.

L'essenza della spirometria

Il termine è formato da due parole: spiro - respirazione e metrica - misure, misurazioni. La spirometria è un esame diagnostico della funzione della respirazione esterna con l'istituzione di indicatori caratteristici della velocità e del volume. Il metodo è ampiamente utilizzato in medicina: consente di identificare la patologia che causa disfunzione della respirazione, un basso livello di scambio di gas. La procedura è indolore e innocua. Al centro degli indicatori di misurazione della frequenza di respiri ed esalazioni, capacità polmonare

La procedura viene eseguita con uno speciale dispositivo digitale: uno spirometro. Il loro meccanismo è piuttosto semplice: un sensore di flusso d'aria e una parte computazionale che converte le informazioni in valori numerici. Le letture sono calcolate automaticamente. Ci sono modifiche al computer del dispositivo.

Spirometro elettronico MSA99

I primi esami sono stati effettuati da spirometri meccanici (più spesso acqua). Tutti gli indicatori sono stati calcolati manualmente. La procedura è stata lunga e dispendiosa in termini di tempo. Se necessario, monitoraggio continuo, è possibile utilizzare un moderno spirometro portatile, applicabile sia a casa che in viaggio. Trovare la macchina giusta aiuterà la consultazione con il medico curante e lo specialista medico nelle vendite di attrezzature simili. Uno spirometro viene selezionato in base ai requisiti funzionali e alle preferenze personali.

Le misurazioni più accurate sono fornite da una telecamera speciale con sensori - pletismografo. I risultati dello studio, presentati graficamente sotto forma di spirografia, aiutano a illustrare visivamente la modificazione del volume polmonare umano durante la normale e intensa respirazione. Cos'è la spirografia e come appare chiaramente visibile nella foto:

Fig. 1 Spirografia

  • diagnosticare anomalie patologiche (focolai di alterazione dello scambio gassoso, livello di ostruzione bronchiale);
  • valutare le condizioni del paziente durante il trattamento e l'efficacia della terapia;
  • insegnare varie tecniche di respirazione.

Le misurazioni sono effettuate su base ambulatoriale con un risultato istantaneo.

Motivi per la nomina del sondaggio

Indicazioni per la nomina della procedura, ci sono un numero. La diagnosi viene effettuata con l'obiettivo di:

  • studi di frequenti infezioni respiratorie acute, SARS;
  • individuazione dei disturbi patologici dell'apparato respiratorio durante tosse prolungata, insufficienza respiratoria, produzione di espettorato, dolore toracico;
  • identificare le cause delle deviazioni del processo di scambio di gas;
  • analisi della relazione delle malattie polmonari e della funzione respiratoria, l'efficacia degli interventi terapeutici nel loro trattamento;
  • prevenzione e diagnosi precoce di anomalie nelle persone con un aumentato rischio di sviluppare patologie: fumatori e persone la cui attività lavorativa è associata a sostanze nocive;
  • monitoraggio delle malattie broncopolmonari:
    • la polmonite;
    • l'influenza;
    • bronchiti;
    • asma;
    • malattia polmonare ostruttiva cronica;
    • tubercolosi polmonare, ecc.;
  • studio delle manifestazioni allergiche acute (anafilassi);
  • calcolo di indicatori per stabilire la disabilità e il livello di capacità lavorativa;
  • preparare i pazienti per le operazioni del sistema bronco-polmonare;
  • selezione di farmaci adatti per l'espansione dei bronchi.

Sono richieste persone di età superiore ai 40 anni che fumano 10 anni o più con tosse cronica o mancanza di respiro. Gli interventi medici preventivi sono raccomandati per i lavoratori associati all'uso regolare di sostanze chimiche dannose.

Controindicazioni alla spirometria

La spirometria non ha controindicazioni rigorose. Lievi capogiri, che possono manifestarsi rapidamente, non costituiscono un pericolo per la salute. L'inspirazione profonda forzata o forte provoca un aumento a breve termine della pressione intracranica e intra-addominale. Fare attenzione o rifiutare la procedura per le seguenti indicazioni:

  • recenti operazioni su organi addominali o procedure chirurgiche oftalmologiche (meno di 2 mesi fa);
  • infarto miocardico o ictus (a seconda delle condizioni del paziente, ma non prima di 3 mesi dopo di loro);
  • precedenti infezioni del tratto respiratorio (almeno 2 settimane dopo la loro cura);
  • storia del pneumotorace;
  • aneurisma arterioso o aortico;
  • attacchi severi di asma bronchiale;
  • la presenza di sanguinamento polmonare;
  • epilessia;
  • crisi ipertensiva e altre patologie associate a disturbi della pressione;
  • aumento della coagulazione del sangue;
  • disturbi mentali;
  • la gravidanza;
  • restrizioni di età: fino a 5 e dopo 75 anni.

Anche in assenza di ovvie controindicazioni, è necessario consultare uno specialista prima dell'esame.

Classificazione di spirometria

Il modo in cui viene eseguita la procedura, ne predetermina l'aspetto. I test spirometrici vengono eseguiti con le seguenti manovre:

  • normale respiro calmo;
  • espirare con sforzo (forzato);
  • con la massima ventilazione dei polmoni;
  • con attività fisica (prima e dopo) - spirometria dinamica;
  • usando sostanze speciali - spirometria funzionale e provocatoria:
    • con broncodilatatori che espandono i bronchi. Il metodo aiuta a identificare i broncospasmi nascosti, a diagnosticare correttamente la malattia, a determinare la reversibilità delle violazioni e l'efficacia delle tecniche terapeutiche;
    • con metacolina, che aiuta a diagnosticare definitivamente l'asma, per identificare la predisposizione a broncospasmo e iperreattività.

Gli spirometri moderni consentono di determinare il livello di capacità diffusa dei polmoni: lo scambio gassoso di ossigeno e anidride carbonica tra gli organi respiratori e il sangue. Esame aggiuntivo - broncospermia. Consente di registrare separatamente gli indicatori in diversi lobi dei polmoni.

Attività preparatorie

La preparazione per la spirografia è molto importante. L'affidabilità dei risultati ottenuti è soggetta alle seguenti regole:

  • lo studio dovrebbe essere fatto a stomaco vuoto o almeno 2 ore dopo un pasto leggero al mattino;
  • un giorno prima dell'esame per smettere di fumare (o almeno 4 ore), ridurre il consumo di bevande contenenti caffeina, non bere alcolici;
  • rifiutare le droghe che possono distorcere gli indicatori;
  • viene scelto abbigliamento libero e comodo che non interferisca con la respirazione;
  • mezz'ora prima che le misurazioni siano a riposo, respira con calma;
  • un paziente che usa un inalatore lo prende per una procedura;
  • portare un fazzoletto o un tovagliolo.

I pazienti con protesi non sono consigliati per rimuoverli al fine di preservare la geometria abituale. Se la circonferenza del tubo o le protesi mobili devono essere difficili, ripetere la procedura senza di esse.

Prima di iniziare lo studio, il medico deve scoprire i dati del paziente (altezza, peso) ed entrare nel loro dispositivo, fare una selezione dello spirometro, aiutare il paziente a prendere la posizione desiderata e spiegare la sequenza e le regole per eseguire le manovre respiratorie.

Esecuzione della procedura

Il paziente è in una postura confortevole, le mani sui braccioli sono rilassate. Per garantire solo la respirazione orale, il naso è bloccato da una clip speciale. Un tubo con una singola punta sterile (boccaglio) viene inserito nella bocca. All'inizio della procedura, il paziente respira naturalmente, in modo uniforme. Determinato per misurare - volume respiratorio. Al paziente viene quindi chiesto di eseguire un inalazione regolare e di espirare completamente tutta l'aria il più rapidamente possibile. Questo sarà un indicatore del volume di riserva di scadenza (ROHW). Il tempo di scadenza con una forza massima di oltre 15 secondi è un motivo per diagnosticare la patologia. Poi c'è la misurazione della massima capacità respiratoria. Dovrebbe essere l'inalazione più profonda (registrare il volume di riserva di inalazione - ROvd e capacità vitale dei polmoni - VC) e espirazione rapida (determinare FEV e FZHEL).

Il dispositivo crea automaticamente un grafico basato sulle letture. Il significato diagnostico ha indicatori di FEV. La forma del ciclo illustrato consente di diagnosticare il tipo di insufficienza respiratoria:

La reversibilità dell'ostruzione è determinata da dati di esempio con broncodilatatori. L'importanza comparativa preferita è precisamente l'indicazione di FEV.

Ogni campione viene eseguito più volte (di solito 3 volte). Dopo di ciò, vengono selezionati quelli di maggior successo. Il dispositivo produce il risultato di uno spirogramma, in base al quale il medico valuta un caso specifico e conclude. La procedura richiede circa 15 minuti. Quante volte la frequenza con cui diagnosticare è determinata dal pneumologo che presenzia secondo le indicazioni.

Dati spirometrici

Il risultato del sondaggio è valutato dai seguenti indicatori:

  • VC - capacità vitale dei polmoni, calcolata come differenza tra il volume d'aria alla piena inspirazione e la completa espirazione;
  • FZHEL - la capacità vitale forzata di polmoni. Riflette il limite di aria espirata (FEV) all'inalazione massima. Ti dà l'opportunità di fissare l'elasticità del tessuto polmonare e l'escursione del torace, cioè violazioni restrittive;
  • FEV1 - volume espiratorio forzato nel primo secondo, è consuetudine esprimere in% di FEV. L'indicatore più informativo della spirometria. Dimostra la velocità di passaggio dell'aria nei bronchi. Per una comprensione finale del processo patologico (ostruzione bronchiale o restrizione del parenchima polmonare), viene calcolato il seguente parametro;
  • Indice Tiffno: il rapporto tra i parametri FEV1 e FZHEL in percentuale. Normalmente dal 70%. Le deviazioni sono dovute a:
    • diminuzione in FEV1 - malattie con ostruzione;
    • Riduzione del FVC con FEV1 invariato o leggermente ridotto: variazione dell'elasticità del tessuto polmonare.

Altri autori possono incontrare i loro vari nomi e designazioni. Altri indicatori efficaci della spirometria sono riportati sotto in forma tabellare:

Tabella 1. Designazione abbreviata e caratteristiche degli indicatori della ricerca sulla spirometria.

Spirografia per l'asma bronchiale - che cos'è?

La spirografia e la spirometria sono una misura della funzione polmonare, ma con la spirografia si verifica una registrazione grafica di tutti gli indicatori. Questo è ciò che li distingue. Viene eseguita una misurazione della funzione dei polmoni per scoprire se l'aria passa liberamente attraverso i bronchi e senza impedimenti. Nell'asma bronchiale a causa del restringimento dei bronchi l'aria non può passare normalmente.

La funzione polmonare può essere misurata usando vari metodi. Uno dei modi più importanti per misurare la funzione polmonare è condurre una spirografia e ottenere uno spirogramma basato sui suoi dati. La misurazione del volume polmonare viene eseguita anche mediante pneumotometria.

Cos'è la spirografia e la spirometria? Conosceremo più in dettaglio con queste procedure.

Spirometria per l'asma bronchiale

La spirometria è usata per misurare la funzione polmonare e determina la capacità polmonare. La spirometria deve essere eseguita su ogni paziente che è sospettato di avere l'asma. Si noti che la spirometria può essere eseguita nei bambini solo dall'età in cui possono soddisfare determinati requisiti.

Misurare la portata massima espiratoria è un metodo che non è molto adatto per rilevare una malattia. A volte viene utilizzato come esame aggiuntivo per la diagnosi. Questo metodo è molto importante quando si esegue il monitoraggio della malattia. La spirometria può essere eseguita da un'infermiera, ma la spirometria è determinata da un medico. Un paziente con sospetta asma bronchiale respira nel boccaglio e il dispositivo misura la forza con cui l'aria fluisce durante l'inspirazione e l'espirazione. I risultati sono presentati sotto forma di numeri e una curva.

Lo studio è condotto a stomaco vuoto al mattino o non prima di 2 ore dopo aver mangiato. Non puoi fumare, preoccuparti, provare uno sforzo fisico, assumere alcol 24 ore prima della spirografia. Se un paziente usa un inalatore, l'inalatore dovrebbe essere con lui.

1. Il paziente deve spiegare la procedura durante la procedura.

2. Suggerire di prendere uno spirometro nelle proprie mani e fare alcuni respiri silenziosi. Quindi fai inspirare al massimo, tieni il naso e fai lentamente un'espirazione massima attraverso il bocchino preso in bocca.

3. Quindi rilasciare il manipolo e respirare in modo uniforme.

4. Ripetere questa procedura 2-3 volte e selezionare il risultato massimo.

Il paziente deve essere in una certa posizione, spesso seduto, dopo 10-20 minuti di riposo nell'ufficio in cui viene condotto questo studio.

Gli indicatori di spirografia dipendono dal sesso, dall'età, dal peso corporeo e dall'altezza del paziente. La spirometria consente di misurare diversi valori. Il più importante di questi è il volume espiratorio forzato in 1 secondo (FEV1) e la capacità polmonare.

Il volume espiratorio forzato in un secondo mostra la quantità di aria che il paziente espira rapidamente e con forza in 1 secondo dopo un respiro profondo. Questo valore è uno dei parametri più importanti per la diagnosi della funzione polmonare. Se i bronchi sono ristretti a causa di asma, allora il paziente, di regola, non può rapidamente espirare molta aria. Tuttavia, in assenza di sintomi, gli indicatori di asma possono essere normali. Il volume espiratorio forzato è facile da misurare. Con questo indicatore, è possibile monitorare il livello di controllo dell'asma, confrontando i valori precedenti e quelli nuovi.

La capacità polmonare è la quantità massima di aria che può essere aspirata nei polmoni. Per misurare, il paziente deve prima inalare lentamente e profondamente e quindi espirare tutta l'aria. La capacità polmonare è misurata in litri.

Spirografia per l'asma bronchiale

La spirografia è la registrazione delle fluttuazioni respiratorie su una carta millimetrata (nastro) di uno spirografo. Il medico, conoscendo la scala della scala dello spirografo e la velocità di movimento della carta (nastro), può facilmente calcolare i volumi e le capacità polmonari principali.

Per valutare la funzione respiratoria, utilizzare:

· Capacità polmonare (VC),

· Massima ventilazione polmonare,

Indicatori importanti per la valutazione dello stato di pervietà bronchiale:

· Volume espiratorio forzato in un secondo (FEV1);

· Indicatore Tiffno (calcolato sulla base di 1)

Per valutare le violazioni della funzione respiratoria, è necessario determinare il volume residuo. La sua determinazione viene effettuata utilizzando uno spirografo con un sistema chiuso, che consiste in un assorbitore di anidride carbonica, che viene riempito con ossigeno puro, e il paziente respira per 10 minuti. Il risultato è ottenuto calcolando la concentrazione e la quantità di azoto che è passato dai polmoni del paziente allo spirografo.

Ulteriori informazioni sull'organizzazione del trattamento in Germania

È possibile ottenere per telefono gratuitamente

Inviaci una email a Questo indirizzo email è protetto dai bot spam. È necessario il JavaScript abilitato per la visualizzazione.

Cos'è la spirometria e come viene eseguita?

La spirometria è una procedura per testare i parametri polmonari che svolge diverse importanti funzioni nella medicina clinica: diagnostica, valutazione e formazione. Lo studio è condotto per identificare vari processi patologici, monitorare le condizioni del paziente durante il trattamento e valutare l'efficacia della terapia. Inoltre, la procedura è assegnata per insegnare alle persone le tecniche di respirazione corretta. Inoltre, sarà considerato quale spirometria è e come viene eseguita, quali sono le controindicazioni e le indicazioni per l'utilizzo dell'indagine nella pratica medica.

Indicazioni per la spirometria

Il sistema respiratorio umano comprende tre elementi principali: il tratto respiratorio (fornire il passaggio dell'aria), il tessuto polmonare (esegue lo scambio di gas), il torace (svolge la funzione di pelliccia). Quando una violazione del lavoro di un solo dipartimento diminuisce la funzionalità polmonare. Lo studio della spirometria offre l'opportunità di valutare gli indicatori di qualità della respirazione, identificare le malattie delle vie respiratorie, valutare la gravità delle patologie, determinare l'efficacia del trattamento.

Indicazioni per:

  • malattie respiratorie frequenti;
  • mancanza di respiro, tosse cronica;
  • individuazione della patologia polmonare durante altri studi respiratori;
  • identificare le cause dello scambio di gas alterato nel corpo;
  • valutazione della condizione dei polmoni e dei bronchi durante il loro trattamento, identificazione dei rischi della terapia scelta;
  • determinazione della presenza di ostruzione delle vie aeree nei fumatori in assenza di sintomi o segni lievi di ostruzione;
  • valutazione della condizione fisica di una persona;
  • preparazione per interventi chirurgici ed esami;
  • individuazione precoce della BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), monitoraggio del suo sviluppo, valutazione della prognosi;
  • determinazione del grado di disturbi respiratori nell'asma bronchiale, tubercolosi, bronchiectasie, ecc.;
  • ricerca di restrizione;
  • allergia.

In tutti questi casi, la spirometria può essere prescritta. Poche persone sanno di cosa si tratta, ma il metodo di diagnosi delle malattie viene utilizzato attivamente in settori quali la pneumologia, l'allergologia, la cardiologia. Allo stesso tempo, può essere prescritta la dinamometria (determinazione della forza dei muscoli polmonari). Nell'asma e nella BPCO, la diagnosi con lo studio della funzione respiratoria (fvd), la spirometria, è di fondamentale importanza. Se vengono rilevate queste malattie, i medici raccomandano di eseguire regolarmente un test di ventilazione per prevenire lo sviluppo di malattie.

Metodi per lo studio della funzione respiratoria

L'esame viene eseguito utilizzando uno spirometro. Un dispositivo speciale legge gli indicatori necessari durante la diagnostica funzionale. Anche l'uso del dispositivo può essere stimolatorio (stimolante) per la spirometria, che è rilevante per le persone che hanno subito un intervento chirurgico e che hanno difficoltà con la respirazione naturale.

  1. Computer con sensori a ultrasuoni. Ha un'elevata precisione grazie alla presenza minima di parti interne del dispositivo, è anche uno dei tipi più igienici di spirometri.
  2. Pletismografo. Il dispositivo è una fotocamera speciale in cui una persona si siede. Sensori speciali leggono le informazioni. Ad oggi, questo dispositivo è considerato il più preciso.
  3. Acqua. Ha una gamma abbastanza ampia di misurazioni, ma non è uno strumento estremamente preciso.
  4. Meccanico a secco Il dispositivo ha una piccola dimensione, la posizione del paziente durante la lettura degli indicatori non ha importanza. Non ha una gamma molto ampia.
  5. Stimolante (incentivo)

Esistono diversi tipi di procedure spirometriche. Questo è uno studio sulla respirazione in uno stato calmo, valutazione dell'espirazione (forzata) avanzata e della massima ventilazione dei polmoni.

Inoltre, viene effettuata la spirometria dinamica (prima e dopo l'esercizio), test funzionali con test antidroga:

  1. Test con broncodilatatori (Salbutamolo, Ventolin, Berodual). Il farmaco espande i bronchi, mostra la presenza di broncospasmo latente. Aiuta a fare la diagnosi corretta, determina l'efficacia del trattamento selezionato.
  2. Test provocativo esperto. È usato per fare la diagnosi finale di asma, rivela nei pazienti la prontezza per broncospasmo e iperreattività. Il test provocatorio viene eseguito con la seguente sostanza: metacolina. Durante la spirometria dei polmoni, il paziente inala il farmaco.

Sulle moderne attrezzature spirometriche viene eseguita un'ulteriore analisi della capacità di diffusione dei polmoni. Questo è il nome del metodo di test diagnostico clinico, che consiste nel determinare la qualità del trasporto dell'ossigeno nel sangue e nel diossido di carbonio. La diminuzione della diffusione degli organi respiratori indica gravi deviazioni.

Un altro importante esame spirometrico è la broncospirometria. Passa con l'aiuto di un broncoscopio e rende possibile valutare separatamente la respirazione esterna dei polmoni. È necessaria l'anestesia Calcola il volume polmonare minuto, la capacità vitale, la frequenza respiratoria e altri indicatori.

Preparazione per lo studio

Affinché i risultati della spirometria siano il più precisi possibile, è necessaria una preparazione adeguata per lo studio, specialmente se la procedura viene eseguita in regime ambulatoriale. Prima della procedura, è necessario saltare il pasto, quindi la maggior parte della ricerca viene effettuata al mattino. Se questo non è possibile, poche ore prima della spirometria puoi mangiare un po 'di cibo non grasso. Ulteriori raccomandazioni per le attività preparatorie:

  1. Dopo il risveglio e prima della spirometria, è consigliabile non fumare.
  2. Assicurati di abbandonare le bevande toniche.
  3. Alla vigilia della spirometria polmonare, l'alcol non dovrebbe essere consumato.
  4. In alcuni casi, è richiesto un rifiuto da farmaci esistenti.
  5. Per la spirometria, è necessario scegliere abiti larghi che rendano facile respirare.
  6. Il medico chiarirà definitivamente il peso esatto e l'altezza del paziente, questi parametri devono sapere in anticipo.
  7. Dovresti venire in anticipo alla spirometria polmonare per sederti tranquillamente per 10-15 minuti - questo calmerà il sistema respiratorio.

Come è il

Una sessione di spirometria viene eseguita su base ambulatoriale. La descrizione della procedura è diversa nelle diverse varianti dello studio. L'algoritmo della spirometria può anche variare all'interno dello stesso tipo di analisi, a seconda dell'età del paziente, del suo stato di salute. Ad esempio, la procedura per eseguire la procedura per i bambini implica necessariamente creare l'atmosfera più confortevole in modo che il bambino non si spaventerà e si sottoponga tranquillamente alla procedura. Descrizione spirometria:

  1. Se il paziente non ha fornito dati su altezza e peso, viene eseguita una misurazione. Un boccaglio usa e getta è posto sull'apparato procedurale per la spirometria.
  2. I dati del paziente vengono inseriti nel programma del dispositivo.
  3. Il medico spiega come il paziente respira durante l'esame dei polmoni, come eseguire correttamente la massima espirazione e lo sistema con una parte posteriore piatta e una testa leggermente sollevata. In alcuni casi, l'analisi della respirazione viene effettuata in posizione eretta o sdraiata, è necessariamente annotata nel protocollo. Una clip speciale è messa sul naso. La bocca del paziente deve essere strettamente adiacente al boccaglio (boccaglio) per evitare la sottostima dei dati indicativi della spirometria.
  4. All'inizio dello studio, il paziente inizia a respirare con calma. Ad un certo punto, il medico chiederà di fare un respiro profondo e un'espirazione completa, applicando il massimo sforzo. La portata d'aria viene controllata quando il paziente espira in silenzio. Le misurazioni dell'ispirazione e dell'espirazione forzate e di altri indicatori vengono effettuate più volte per ottenere un'immagine chiara.

Molti pazienti sono interessati a: quanto dura la procedura? La durata della spirometria non supera i 15 minuti. Per capire meglio la tecnica del sondaggio, vale la pena guardare video cognitivi. In questo video, il terapeuta mostra come funziona un dispositivo spirometrico per misurare il flusso d'aria durante la respirazione:

Indicatori della norma di spirometria + tabella

Il risultato di uno studio spirometrico è una serie di indicatori che possono essere all'interno o all'esterno del range normale. Un'ulteriore interpretazione dei risultati della spirometria consente di determinare anomalie nel sistema respiratorio e selezionare un metodo di trattamento. Valori di base:

  • VC (VC Vital Capacity). Capacità vitale dei polmoni (volume, che è determinato dalla differenza nella quantità di aria alla massima inspirazione ed espirazione).
  • FVC (capacità vitale forzata da FVC). La differenza nel volume d'aria tra inspirazione ed espirazione quando il paziente espira con il massimo sforzo (forzatura).
  • RVD (IRV Inspiratory Reserve Volume). Prenota l'inalazione del volume. La quantità di aria che una persona può respirare dopo un respiro normale.
  • Volume di riserva espiratoria ERV La quantità di aria che una persona può respirare dopo una normale espirazione.
  • OEL (TLC Total Lung Capacity). La capacità totale dei polmoni.
  • FEV1 (Volume espiratorio forzato FEV1 in un secondo). Volume espiratorio con il massimo sforzo nel primo secondo.
  • FEV1 / FZHEL. Indice di Tiffno Mostra la qualità delle vie aeree.
  • PIC (PEF Peak Expiratory Flow). Picco della portata espiratoria.
  • MOS. Velocità spaziale istantanea (velocità del flusso d'aria durante l'espirazione della parte FVC, più spesso pari a 75, 50, 25%).
  • BH. Frequenza respiratoria Determina il numero di movimenti respiratori perfetti in 60 secondi.

Cos'è la spirografia e come viene eseguita?

La spirografia è una procedura speciale volta ad identificare le malattie del sistema bronco-polmonare e valutarne le condizioni con la visualizzazione dei risultati degli esami ottenuti in un documento grafico - spirogramma. Poiché i dati dell'esame spirometrico sono utilizzati per la diagnosi e l'ulteriore trattamento, il paziente deve essere consapevole di cosa sia uno spirogramma, di cosa si tratta e di come si comporta.

Indicazioni per

L'essenza della spirografia è determinare i cambiamenti nel volume dei polmoni durante la normale e intensa respirazione, così come altri indicatori del loro lavoro. È un metodo obbligatorio di esame per varie patologie bronco-polmonari, ad esempio, quando vengono rilevati sintomi di asma bronchiale. Inoltre, con l'aiuto di un esame spirometrico, viene stabilita l'efficacia del trattamento applicato, in particolare nell'asma, negli esami medici di atleti, lavoratori in industrie pericolose, fumatori con anni di esperienza, individui con predisposizione ereditaria ad allergie o malattie dell'apparato respiratorio.

Inoltre, la spirografia è prescritta in presenza di tali sintomi:

  • tosse prolungata che non si ferma per 1 mese o più;
  • malattie respiratorie frequenti;
  • malattia polmonare rilevata da altri esami;
  • dolore compressivo dietro lo sterno;
  • sensazione di respiro incompleto, mancanza di respiro;
  • bronchite regolarmente esacerbante;
  • violazioni dei processi di scambio di gas;
  • malattia polmonare ostruttiva cronica nelle prime fasi;
  • asma bronchiale (per determinare l'efficacia del trattamento).
  • reazioni allergiche acute.

Nonostante la sicurezza e la non invasività della procedura, non può essere eseguita nel caso di:

  • la condizione seria del paziente;
  • la presenza di tossicosi durante la gravidanza;
  • angina pectoris, infarto;
  • disturbi del sistema circolatorio;
  • aumento persistente della pressione sanguigna, crisi ipertensiva;
  • grave insufficienza polmonare.

Fai attenzione! I concetti di esame spirografico e spirometrico sono usati come simili. L'unica differenza tra spirometria e spirografia è la presenza di uno spirogramma.

Cioè, la spirometria è il processo di esame stesso, e la spirografia è la stessa procedura, ma con i risultati ottenuti su un diagramma speciale - uno spirogramma.

Metodi di ricerca

Per comprendere appieno la domanda su cosa sia la spirografia e come viene condotta, è necessario conoscere la struttura e il principio di funzionamento degli strumenti destinati a questo scopo: gli spirometri. Sono di due tipi:

  • aperto quando il paziente inala l'aria circostante;
  • chiuso - i messaggi con l'atmosfera non hanno.

Lo spirograph chiuso più semplice è un serbatoio pieno di ossigeno con soffietti collegati a un dispositivo di registrazione. Gli ultimi modelli sono dotati di sensori a ultrasuoni e un computer, che li rende più precisi e igienici. Il plethysmograph è considerato il migliore, con l'uso di cui il paziente si siede nella camera ed i sensori prendono giù i parametri necessari.

Lo studio della funzione respiratoria può essere effettuato utilizzando diversi metodi spirometrici:

  • a riposo;
  • sull'espirazione più veloce e più profonda;
  • con la massima circolazione possibile di aria attraverso i polmoni;
  • sotto l'influenza dello sforzo fisico.

Inoltre, è possibile eseguire test funzionali separati con farmaci:

  • spirografia con broncodilatatore - consente di identificare broncospasmo nascosto, chiarire la diagnosi e valutare il trattamento;
  • Esperto test provocatorio con metacolina - aiuta a confermare o negare la presenza di asma, mostra una tendenza al broncospasmo e iperreattività bronchiale.

Sugli spirometri moderni è possibile eseguire un altro studio: la determinazione della diffusione dei polmoni, cioè la capacità di fornire ossigeno al sangue e rimuovere l'anidride carbonica. Una diminuzione di questo indicatore indica una grave compromissione della funzionalità respiratoria. Se necessario, la broncospermia viene prescritta usando un broncoscopio sotto anestesia per valutare separatamente la respirazione esterna di ciascun polmone con la determinazione del suo volume minuto e vitale, nonché la frequenza e altri parametri della respirazione.

Preparazione spirometrica

Per ottenere precisi indicatori della condizione del sistema broncopolmonare, una procedura spirometrica deve essere adeguatamente preparata.

Prima di eseguire la spirografia, la preparazione per lo studio richiede il rispetto delle seguenti raccomandazioni:

  • nulla viene mangiato per 6-8 ore, quindi la procedura viene solitamente prescritta per la mattina;
  • nello stesso periodo, non è possibile fumare, bere caffè, tè o altri tonico e l'assunzione di alcol deve essere interrotta 2 giorni prima della spirometria;
  • quando si assumono farmaci, è necessario consultare il proprio medico in merito alla necessità di annullarli al momento.

Attenzione! Il mancato rispetto dei requisiti di preparazione per la spirografia può portare a ottenere dati distorti, diagnosi errate o la nomina di un trattamento inappropriato. Pertanto, è necessario prendere questo molto sul serio.

È necessario venire alla procedura in abiti larghi 15-20 minuti prima dell'inizio per sedersi tranquillamente e calmare il respiro. Anche la preparazione per la spirografia include una misura preliminare della loro altezza e peso, dal momento che il medico dovrà segnalare questi indicatori.

condotta

Lo spirogramma dei polmoni viene rimosso in posizione seduta senza modificare la posizione naturale del corpo, della testa e del collo. Viene esaminata la respirazione orale, quindi viene applicata una clip sul naso e il boccaglio viene coperto il più vicino possibile senza la possibilità di perdite d'aria.

Il test di base viene eseguito secondo lo schema seguente:

  1. I dati del paziente vengono inseriti nel programma, inclusi altezza e peso. Se i parametri esatti non sono noti, vengono prese le misure preliminari.
  2. Il dottore spiega cosa fare. Si infila un fermaglio per naso e dà un boccaglio monouso (boccaglio), che il paziente deve stringere saldamente con le labbra.
  3. La procedura inizia con una respirazione silenziosa, quindi il suo ritmo, la profondità e la tecnica di eseguire il cambiamento al comando del medico.
  4. Le misurazioni possono essere ripetute più volte per ottenere dati accurati.

La durata della procedura non supera i 15 minuti. L'algoritmo della sua implementazione può variare in base alle caratteristiche individuali del paziente.

Un bambino è in grado di sottoporsi completamente alla spirometria da 9 anni e la possibilità della sua attuazione è consentita da 5 anni. I bambini di età inferiore ai 5 anni non sono in grado di respirare come richiede la procedura. I bambini di 5-9 anni possono già eseguire i comandi di un medico, ma richiedono la creazione di un'atmosfera speciale, quindi vengono solitamente inviati a centri specializzati per bambini.

indicatori

Lo studio della spirometria consente di determinare un numero di importanti indicatori della funzionalità del sistema bronco-polmonare:

  • frequenza respiratoria (RR) - il numero di cicli "inalazione-esalazione" in 1 minuto;
  • volume corrente (TO) - la quantità di aria respirata per 1 volta;
  • volume respiratorio minuto (MOU) - la quantità di aria respirata in 1 minuto;
  • capacità polmonare (VC) - la quantità di aria espirata con un'espirazione tranquilla dopo l'inalazione massima possibile;
  • capacità vitale forzata dei polmoni (FVC) - la quantità di aria espirata alla massima scadenza possibile dopo lo stesso respiro;
  • volume espiratorio forzato in un secondo (FEV1) - massimo FVC in 1 secondo;
  • Indice Tiffno (IT) - la percentuale di FEV1 in FVC;
  • massima ventilazione dei polmoni (MVL) - l'ampiezza media dei movimenti respiratori massimi, moltiplicata per il loro numero in 1 minuto;
  • indicatore di velocità dell'aria (PSDV) - la percentuale di MVL in ZEL.

Per valutare i risultati ottenuti, vengono confrontati con i valori normali. In assenza di patologia, questo rapporto è dell'80-120%. Il risultato nel 70-80% viene trattato individualmente. I parametri più bassi indicano la presenza di una malattia. Ciò prende necessariamente in considerazione l'età, il sesso, il peso, l'altezza del paziente. Il protocollo di studio è emesso sotto forma di uno spirogramma e la sua interpretazione per il medico curante.

33. Metodi di studio della funzione respiratoria (spirometria, spirografia, broncospirografia, determinazione dei gas ematici).

I metodi di ricerca funzionale consentono l'utilizzo di dispositivi moderni per ottenere informazioni sullo stato funzionale degli organi respiratori e circolatori. Sono necessari per valutare le condizioni del paziente, le sue capacità di riserva nel decidere il problema della chirurgia, la scelta del metodo e il volume dell'operazione.

La spirometria consente di valutare lo stato della respirazione esterna misurando i volumi polmonari usando uno spirometro.

Il volume respiratorio dei polmoni è il volume d'aria che viene inspirato ed espirato in un tranquillo ciclo respiratorio. Normalmente, è di circa 500 ml. Con un respiro massimo nei polmoni può entrare in un altro 1500 ml di aria, che è chiamato aggiuntivo. L'aria che esce alla massima espirazione forzata (fino a 1500 ml) è chiamata riserva.

Capacità vitale dei polmoni (VC): il volume di aria espirata dopo il respiro più profondo. Questa cifra va da 3,5 a 5,5 litri. La riduzione del VC indica una diminuzione della parte ventilata del polmone. Il volume respiratorio minuto (MOD) è il volume di aria espirata (o aspirata) al minuto con respirazione silenziosa (la norma è 6-8 l / min). Massima ventilazione dei polmoni (MVL) - il volume di aria espirata per 1 min alla massima frequenza e profondità della respirazione (la norma è 110-120 l / min). Il volume residuo dei polmoni - il volume di aria rimanente nei polmoni dopo la massima espirazione.

Gli indicatori elencati sono determinati come percentuale degli indicatori appropriati nelle tabelle di Harris-Benedict.

spirography

Spirography - metodo di registrazione grafica delle variazioni nei volumi polmonari sotto respiri naturali e voluto costretto manovre respiratorie. La spirografia fornisce una serie di indicatori che descrivono la ventilazione dei polmoni. Principalmente, questo volume statica e capacità, che caratterizzano le proprietà elastiche della parete polmonare e toracica, così come i parametri dinamici che definiscono la quantità di aria sfiatati attraverso le vie aeree nell'unità di tempo inspiratorio ed espiratorio. Gli indicatori sono determinati nel modo di respirazione calma, e alcuni - conducendo manovre respiratorie forzate.

Broncospirografia (Bronco + Spirografia)

metodo di ricerca dello scambio di gas polmonare registrando graficamente i suoi indicatori separatamente per ciascun polmone usando un broncospirografo

Votchal Sample - Tiffno - un test funzionale per valutare la permeabilità tracheale-bronchiale misurando il volume di aria espirata dopo l'inspirazione massima al primo secondo di espirazione forzata. Quindi, calcola la percentuale di questo volume alla capacità vitale dei polmoni (normale 70-80%). Il campione viene eseguito con malattie ostruttive dei bronchi e dei polmoni.

Il tasso di utilizzo dell'ossigeno è la percentuale della percentuale di ossigeno utilizzata dai tessuti per il suo contenuto totale nel sangue arterioso. Questo indicatore è un fattore importante che caratterizza i processi di diffusione attraverso le membrane alveolo-capillare (la norma è del 40%).

L'analisi dei gas del sangue è importante per lo studio della funzione di trasporto del gas dei polmoni. Di fondamentale importanza è la determinazione della pressione parziale dell'ossigeno (p02) e anidride carbonica (pC02). OK p02fa 90 - 120 mm di mercurio. Art., PC02- 34-46 mm Hg. Art.

In insufficienza respiratoria acuta, equilibrio di pressione parziale 02e C02rotto (p02meno di 60 mm Hg. Art., PC02più di 50 mm Hg. v.). L'insufficienza respiratoria parziale è stata osservata con una diminuzione della ventilazione di alcune aree dei polmoni e un aumento compensativo dell'eliminazione del biossido di carbonio da parti ben ventilate dei polmoni, come risultato del quale pC02rimane normale, e p02ridotto.

In caso di insufficienza globale, si osserva ipoventilazione di alveoli con acidosi respiratoria. In questo caso, pC02aumenta, p02si stanno sviluppando ipossia e ipercapnia, che è una controindicazione assoluta per la chirurgia toracica.

Interventi chirurgici sui polmoni sono possibili con i seguenti valori minimi dello stato funzionale degli organi respiratori: VC - più del 50% del normale, Votchala - Tiffno test - più del 55-60% di VC, MVL - 45-75 l / min, volume polmonare residuo - più di 50 % della norma Emogasanalisi: p02- più di 65 mm Hg. Art., PC02- meno di 45 mm Hg. Art. Questi metodi di studio della funzione dei polmoni consentono di giudicare le funzioni di ventilazione, perfusione e trasporto del gas. Insieme a loro, è necessario prendere in considerazione i dati dell'osservazione clinica, che danno anche un'idea del grado di insufficienza respiratoria.