Search

Come trattare le allergie con immunoglobulina antiallergica

L'istruzione di immunoglobulina antiallergica descrive per intero. Composizione, trattamento con immunoglobuline, allergie per sintomi acuti, controindicazioni e dosaggi - una serie di conoscenze necessarie sull'uso di questa soluzione per la somministrazione al muscolo. Eliminano i sintomi delle allergie e aumentano la funzione di barriera del corpo, poiché il farmaco deriva dal sangue umano.

Non è un antibiotico e non cura l'HIV, l'epatite e altre infezioni virali. Agisce solo sugli allergeni.

Ingredienti attivi, azione e dosaggio

La soluzione in forma pronta viene venduta in ampolle di vetro in scatole di cartone. È una preparazione concentrata dalla frazione di plasma del sangue del donatore nella quantità di non meno del 90% delle proteine ​​del sangue.

Ingrediente attivo - immunoglobulina G in una quantità non superiore al 10,4%.

Componente ausiliario - acido aminoacetico in quantità non superiore a 30 mg. Ha un effetto stabilizzante.

Sembra una soluzione di acqua limpida, che durante la conservazione dà un precipitato che scompare dopo la miscelazione.

A temperatura ambiente, il farmaco viene iniettato nel tessuto muscolare nei bambini e negli adulti in una singola dose (1 ml) o doppio (2 ml) in un'ampolla, a seconda del tipo di malattia.

Il trattamento con immunoglobuline viene effettuato:

  • bambini di età superiore a un anno, che soffrono di allergie per 12 mesi e meno di 1 ml iniettano nella zona della coscia;
  • bambini da uno a cinque anni, asma, pollinosi e dermatiti, che sono stati ammalati da più di un anno, vengono somministrati una fiala da 2 ml;
  • i bambini di età superiore a cinque anni e gli adulti ricevono una dose doppia o due da 1 ml ciascuno per l'edema di Quincke, gravi manifestazioni di asma, allergie ricorrenti. Il corso è una assunzione giornaliera del farmaco durante la settimana, l'intervallo tra le iniezioni è di quattro giorni.

Viene inserito nel paziente nel braccio o nel muscolo gluteo in posizione supina con una siringa. Allo stesso tempo, un liquido viscoso viene raccolto con un ago spesso e l'iniezione viene effettuata con un altro ago, uno più sottile. Tutti gli strumenti devono essere sterili. La procedura viene eseguita da personale medico qualificato. Non è raccomandato a casa a causa dell'assenza di condizioni sterili e del rischio di infezione.

In assenza di una pausa, usa il coltello attaccato alla composizione. Fanno un'incisione trasversale nel punto ristretto dell'ampolla di vetro. In assenza del dispositivo, il produttore prevede un'interruzione, tuttavia, se la fiala non è stretta, non può essere utilizzata.

appuntamento

A causa della brillante attività antiallergica del farmaco viene utilizzato per trattare le convulsioni:

  1. Orticaria.
  2. Asma bronchiale.
  3. Dermatite atopica
  4. Edema, angioedema, shock allergico, coma.
  5. Febbre da fieno.
  6. Lesioni della pelle e delle vie respiratorie contemporaneamente.
  7. Aumento della temperatura corporea, convulsioni.
  8. Congiuntivite genesi allergica.

La terapia deve essere effettuata sotto la supervisione di medici, poiché l'allergia è anche possibile per il principio attivo del farmaco. In ospedale, sono più facili e veloci che a casa.

Controindicazioni e compatibilità

I bambini invecchiano meno di un anno. I bambini non sono raccomandati per prendere la soluzione.

In gravidanza, non ci sono dati sugli effetti sulla madre e sul feto.

In presenza di manifestazioni allergiche sulle iniezioni di immunoglobuline, vale la pena interrompere il corso. Potrebbero esserci manifestazioni di shock anafilattico. Le convulsioni sono trattate con altri metodi alternativi.

I casi di overdose non sono descritti.

A causa della mancanza di studi clinici su donne portatrici del feto, la somministrazione del farmaco non è auspicabile né durante la gravidanza né durante il periodo dell'allattamento al seno.

In assenza di dati sul superamento della dose ammissibile, il corso del trattamento viene eseguito rigorosamente secondo lo schema di somministrazione intramuscolare sotto controllo.

La terapia combinata è possibile solo in diversi periodi di ingestione di farmaci nel corpo. Durante l'azione dell'iniezione non può assumere altri farmaci per evitare di sopprimere l'azione del farmaco principale, il verificarsi di una reazione indesiderata.

Le vaccinazioni con batteri vivi vengono effettuate tre mesi dopo la fine del ciclo di terapia con immunoglobulina G.

Pertanto, la combinazione di due o più farmaci per le allergie è possibile solo in diversi momenti della giornata e sulla raccomandazione di un dermatologo.

Istruzioni speciali

Il farmaco non è prescritto per l'ipersensibilità ai suoi componenti principali. Dopo la prima iniezione, si osserva un'ora. Possibile shock in persone con una predisposizione a tale allergia.

L'introduzione della soluzione viene registrata nella rivista con una nota sulla serie, il numero di lotto, la data di scadenza, il produttore, il dosaggio utilizzato, la reazione del corpo dopo aver ricevuto l'iniezione.

Quando compare una reazione indesiderata al farmaco, le soluzioni di sodio cloridrato vengono somministrate per via endovenosa, così come altre misure vengono eseguite secondo le istruzioni standard.

Il farmaco viene utilizzato solo per lo scopo previsto e solo per le allergie, dal momento che non contiene globuline da:

  • AIDS;
  • Infezione da HIV;
  • epatite.

Venduto in farmacia rigorosamente su prescrizione del medico curante. Il costo attualmente supera i 4 500 rubli. in Russia.

La soluzione in fiale sigillate può essere utilizzata per ventiquattro mesi dalla data di produzione. Dopo questo periodo, è soggetto a smaltimento, cancellazione.

La preparazione viene conservata in un luogo fresco, in frigorifero, in un armadietto inaccessibile ai bambini. La temperatura di conservazione non supera i 12 gradi. Lo stoccaggio a temperature negative non è consentito. Inoltre, dopo il congelamento, il farmaco non viene utilizzato.

Durante il corso del trattamento, è permesso guidare una macchina, eseguire azioni che richiedono una reazione mentale rapida, poiché il farmaco non ha un effetto sedativo.

Per scopi profilattici, il farmaco non viene somministrato.

Immunoglobulina antiallergica: recensioni sul farmaco

Le malattie allergiche si manifestano negli adulti e nei bambini con un complesso di sintomi. Questa condizione è causata dall'ipersensibilità del sistema immunitario a certi irritanti o allergeni. L'immunoglobulina anti-allergica è utilizzata per il trattamento delle allergie, le cui revisioni sono per lo più positive.

In caso di una condizione allergica, il paziente deve interrompere rapidamente il contatto con l'allergene e, in caso di sintomi gravi, chiedere l'aiuto di uno specialista. L'ospedale Yusupov è una grande istituzione medica, che comprende diverse cliniche. È dotato di moderne attrezzature per la diagnosi di malattie.

I medici e gli allergici dell'ospedale Yusupov quando curano le persone con disturbi di una reazione allergica stabiliscono in modo inequivocabile un allergene, che può essere chimico, medicinale, biologico o alimentare.

Le principali indicazioni per l'uso di immunoglobuline allergiche

L'immunoglobulina antiallergica, le cui revisioni possono essere ottenute da un allergologo o esaminate su Internet, viene utilizzata come parte della terapia complessa. Le principali indicazioni per l'uso di questa immunoglobulina sono:

  • rinocongiuntivite allergica stagionale o pollinosi;
  • asma bronchiale allergico;
  • sindrome dermo-respiratoria;
  • dermatite atopica.

L'immunoglobulina antiallergica, come altri farmaci, ha controindicazioni. L'uso di immunoglobulina non può essere fatto nei seguenti casi:

  • all'età di 1 anno, come in questo periodo il bambino ha l'ipersensibilità;
  • con influenza e ARVI;
  • con reazioni allergiche a farmaci prodotti dal sangue umano.

Quando un paziente va all'ospedale di Yusupov lamentandosi di una reazione allergica, viene eseguito il suo complesso esame e vengono stabilite le sostanze irritanti del sistema immunitario. L'immunoglobulina antiallergica, i cui esami sono positivi, è prescritta solo da un medico, quindi il suo uso indipendente è inaccettabile.

I pazienti che si rivolgono all'ospedale di Yusupov possono ricevere un ciclo completo di servizi medici. L'ospedale ha una gamma completa di farmaci, compresa l'immunoglobulina antiallergica.

Immunoglobulina antiallergico: recensioni

L'immunoglobulina antiallergica, i cui esami sono positivi, è un farmaco efficace nel trattamento delle reazioni allergiche, che è confermato dai dati della ricerca medica. I pazienti nei cui trattamenti è stato usato, notano che aiuta a sbarazzarsi dei sintomi di allergia, sia adulti che bambini.

Quando si utilizza l'immunoglobulina, possono verificarsi effetti collaterali. In alcuni pazienti dopo la somministrazione del farmaco vi è un breve deterioramento della salute, la comparsa di reazioni locali nei siti di iniezione. Tuttavia, questi sintomi non sono un prerequisito per interrompere il trattamento.

Dopo la somministrazione di immunoglobulina contro le allergie, la persona è sotto la supervisione dei medici per almeno 30 minuti. Questa misura è necessaria in modo che in caso di ipersensibilità ai componenti del rimedio, i medici possano fornire assistenza. Se ti è stata prescritta l'immunoglobulina antiallergica, puoi ottenere un feedback da lui, così come il meccanismo di azione e costo, dagli specialisti dell'Ospedale di Yusupov.

Trattamento di malattie allergiche nell'ospedale di Yusupov

Con un sistema immunitario indebolito, il corpo umano è più suscettibile alle malattie allergiche. Gli allergeni possono essere farmaci, prodotti chimici domestici, fattori ambientali e cibo. L'immunoglobulina antiallergica, le cui revisioni sono per lo più positive, consente al paziente di liberarsi dei sintomi gravi.

Nell'ospedale di Yusupov viene effettuato il trattamento delle malattie allergiche. Gli immunologi esperti identificano le cause delle violazioni utilizzando moderne attrezzature ad alta precisione per l'esame dei pazienti. Le persone a rischio dovrebbero essere particolarmente attente quando compaiono sintomi di allergia. I seguenti fattori contribuiscono allo sviluppo di allergie:

  • ereditarietà;
  • dieta malsana;
  • disordini metabolici;
  • malattie croniche.

Il trattamento delle malattie allergiche in ospedale viene effettuato in un ambiente confortevole, lo staff medico soddisfa con cura i desideri di ciascun paziente.

L'immunoglobulina allergica è uno dei componenti del trattamento complesso. Per visitare uno specialista e ottenere consigli, devi prima fissare un appuntamento chiamando l'ospedale Yusupov.

Immunoglobulina umana antiallergica

Produttore: FSUE NPO "Microgen" Russia

Forma di rilascio: forme di dosaggio liquide. Soluzione per iniezione intramuscolare.

Caratteristiche generali ingredienti:

Principio attivo: non meno del 97% di immunoglobulina G umana, che ha attività antiallergica, della massa totale della proteina.

Eccipienti: glicina.

Proprietà farmacologiche:

Farmacodinamica. Il farmaco è una soluzione concentrata della frazione di immunoglobulina purificata isolata dal metodo di frazionamento con alcool etilico dal plasma sanguigno di donatori sani. La frazione di immunoglobuline non è inferiore al 97% della proteina totale.

Il farmaco non contiene l'antigene di superficie del virus dell'epatite B (HBsAg) e gli anticorpi contro il virus dell'epatite C e il virus dell'immunodeficienza umana (HIV-1 e HIV-2), così come l'antigene p24 dell'HIV-1. Il farmaco non contiene conservanti e antibiotici.

Il principio attivo del farmaco è l'immunoglobulina G, che ha un pronunciato effetto antiallergico nelle malattie allergiche di tipo immediato (atopico).

Indicazioni per l'uso:

- trattamento complesso di malattie allergiche (pollinosi, dermatite atopica, asma bronchiale atopica, sindrome dermo-respiratoria) negli adulti e nei bambini.

Dosaggio e somministrazione:

I bambini di età superiore a 5 anni e gli adulti sono prescritti per l'impollinosi con varie manifestazioni cliniche, asma bronchiale atopica, forme ricorrenti di orticaria e angioedema e dermatosi allergiche. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare in 2 ml (2 dosi) nel quadrante superiore esterno del muscolo gluteo o nella regione anteroposteriore della coscia. Il corso del trattamento consiste di cinque iniezioni con un intervallo di 4 giorni.

I bambini da 1 anno a 5 anni, affetti da forme lievi di dermatite atipica, sindrome dermo-respiratoria con una durata della malattia non superiore a 1 anno, il farmaco viene somministrato per 1 ml (1 dose) per via intramuscolare nella parte anteriore esterna della coscia, 5 volte con un intervallo di 4 giorni. In caso di asma bronchiale atopico, pollinosi, dermatite atopica e sindrome dermatospiratoria di moderata gravità e con una durata della malattia superiore a 1 anno, il farmaco viene somministrato in 2 ml (2 dosi) secondo lo stesso schema.

Un secondo ciclo di trattamento viene effettuato in 4-5 mesi. Con la pollinosi, il trattamento viene effettuato una volta all'anno, 1-2 mesi prima dell'esacerbazione stagionale.

Prima dell'iniezione, l'ampolla con il farmaco viene mantenuta a una temperatura compresa tra 18 e 22 ° C. L'apertura delle fiale e la procedura per l'introduzione sono eseguite con la stretta osservanza delle regole di asepsi e antisepsi. Data l'aumentata viscosità del farmaco, al fine di evitare la formazione di schiuma, l'immunoglobulina viene aspirata nella siringa con un ago con un ampio lume, un altro ago viene utilizzato per l'iniezione. La preparazione nella fiala aperta non è soggetta a conservazione. Il farmaco non è adatto per l'uso in fiale con integrità compromessa o etichettatura, quando le proprietà fisiche cambiano (scolorimento, torbidezza della soluzione, presenza di fiocchi non frantumanti), in violazione del regime di temperatura di conservazione.

Caratteristiche dell'applicazione:

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento. La sicurezza dell'uso di questo farmaco durante la gravidanza e l'allattamento non è stata studiata in studi clinici controllati.

Usare nei bambini Controindicato nei bambini al di sotto di 1 anno. Può essere usato nei bambini di età superiore a 1 anno secondo le indicazioni.

Istruzioni speciali Precauzioni per l'uso.

Considerando la possibilità di reazioni anafilattiche in individui particolarmente sensibili, è necessario garantire il controllo medico dei pazienti per 1 ora dopo la somministrazione del farmaco Quando compaiono i sintomi di una reazione allergica, viene immediatamente effettuata una terapia appropriata.

L'introduzione di immunoglobulina è registrata in forme contabili consolidate, indicando il nome del farmaco, il numero di lotto, la data di scadenza, il produttore, la data di somministrazione, la dose e la natura della reazione all'introduzione.

Informazioni sulla possibile influenza del farmaco sulla capacità di guidare veicoli, macchinari. Il farmaco non influisce sulla capacità di guidare veicoli, meccanismi, così come attività che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Effetti collaterali:

Durante il trattamento, alcuni pazienti possono presentare una lieve e breve esacerbazione della malattia sottostante, in rari casi, durante i primi giorni dopo la somministrazione, reazioni locali che possono svilupparsi sotto forma di iperemia, nonché un aumento della temperatura a 37 ° C, che non è un motivo per fermare la somministrazione del farmaco.

Con la comparsa di reazioni generali pronunciate (bassa pressione sanguigna, debolezza, nausea, vertigini), nonché una accentuata esacerbazione della malattia sottostante, il trattamento con il farmaco viene interrotto. Il trattamento con immunoglobuline viene annullato con lo sviluppo di malattie intercorrenti (influenza, malattie respiratorie acute).

Il paziente deve essere avvertito della necessità di informare il medico curante su tutti i casi di reazioni avverse che si sono sviluppate durante il trattamento con il farmaco.

Interazione con altri farmaci:

Il farmaco può essere usato in combinazione con altri farmaci, purché sia ​​somministrato come iniezione separata, senza essere mescolato con altri farmaci.

Il farmaco può ridurre l'efficacia dei vaccini con virus vivi (contro morbillo, parotite e rosolia) e pertanto la vaccinazione con vaccini a virus vivi viene effettuata non prima di 3 mesi dopo la fine del ciclo di trattamento.

Controindicazioni:

- reazioni allergiche (nella storia) al mantenimento di immunoglobuline o altri farmaci dal sangue umano;

- influenza, malattie respiratorie acute;

- età da bambini fino a 1 anno.

Con cura: all'atto d'introduzione di una preparazione a pazienti con sensibilizzazione polivalente.

sovradosaggio:

I casi di overdose non sono descritti.

Condizioni di stoccaggio:

Trasporto secondo SP 3.3.2.1248-03 ad una temperatura da 2 a 8 ° C. Il congelamento non è permesso. Conservare in conformità con SP 3.3.2.1248-03 a una temperatura compresa tra 2 e 8 ° C fuori dalla portata dei bambini. Il congelamento non è permesso. Periodo di validità - 2 anni. Non usare dopo la data di scadenza.

Condizioni di vacanza:

Imballaggio:

1 ml (1 dose) - ampolle (10) - imballa il cartone.
2 millilitri (2 dosi) - ampolle (10) - imballa il cartone.

Immunoglobulina per allergie

Immunoglobulina per allergie

L'allergia è una reazione di ipersensibilità del corpo a qualsiasi agente estraneo.

Benefici di contattare la nostra clinica

Utilizziamo solo attrezzature moderne e materiali di qualità.

prendendo pennellate dagli uomini

  • Analisi in 20 minuti -

    striscio e sangue sulle malattie sessualmente trasmissibili

  • Medici della più alta categoria, kmN

    con esperienza di 15 anni

  • anonimia

    2 Analisi di una reazione allergica

    L'allergia è una reazione di ipersensibilità del corpo a qualsiasi agente estraneo. Una reazione allergica del corpo si verifica a causa del contatto dell'allergene con le immunoglobuline di classe E. Sono prodotte nell'organismo dalle plasmacellule. Questa reazione è accompagnata dal rilascio nel sangue di istamina, serotonina e altri mediatori di allergia.

    L'immunoglobulina E viene prodotta direttamente nei tessuti che sono in un modo o nell'altro a contatto con l'ambiente esterno - questa è la pelle, il tratto respiratorio e il tratto gastrointestinale. Nel sangue, l'immunoglobulina E è presente in una scarsa concentrazione. Vale la pena notare che l'immunoglobulina E nel sangue del bambino è normalmente praticamente assente. Tuttavia, la sua presenza potrebbe indicare patologia ereditaria.

    Tipi di reazioni allergiche

    La risposta allergica del corpo può manifestarsi in diverse forme cliniche:

    Quindi, i sintomi di allergia possono essere:

    • Prurito della pelle, gonfiore, eruzione cutanea, vesciche, desquamazione, rugosità, screpolature
    • Naso che cola, congestione nasale
    • Aumento dello strappo, arrossamento congiuntivale
    • Mancanza di respiro, mancanza di respiro

    Gli allergeni possono essere cibo e medicine. Così come polline, lana, saliva ed epitelio di animali, polvere, metallo, ecc.

    I nostri dottori

    Se stiamo parlando della tua salute, hai il diritto di ricevere il miglior trattamento. E chi è meglio far fronte a questo, se non a un team di professionisti con una vasta esperienza?

    Allergologo, immunologo, dermatovenerologo

    Nel 2001 si è laureato all'Accademia Medica Militare di San Pietroburgo.

    Ha prestato servizio come medico militare nelle unità costiere della Flotta del Nord.

    Nel 2005 si è laureato in medicina della pelle e malattie veneree presso l'Accademia Medica Militare.

    Dal 2005 al 2010 Ha prestato servizio nel laboratorio medico centrale del ministero della Difesa della Federazione Russa

    Diagnosi e trattamento delle allergie

    La diagnosi di laboratorio di allergia viene effettuata principalmente utilizzando un test di immunoglobuline. Viene determinata un'immunoglobulina E comune o una immunoglobulina E specifica a un allergene specifico. L'identificazione di un livello aumentato di immunoglobuline può indicare lo sviluppo di una reazione di ipersensibilità di un organismo a un allergene. Inoltre, potrebbe essere dovuto a invasione parassitaria (elmintio, protozoi, ecc.).

    Livelli elevati di immunoglobuline E sono anche noti in varie immunopatologie. I bassi livelli ematici di immunoglobuline possono essere dovuti a immunodeficienza congenita. O essere osservato con una diminuzione della reattività immunitaria del corpo.

    Quando compaiono sintomi di allergia, vengono prescritti esami del sangue per immunoglobuline. A questo scopo, il sangue viene dato al mattino a stomaco vuoto, un'ora prima che il materiale venga raccolto, è necessario astenersi dal fumare. 1-2 giorni prima dello studio, è necessario seguire una dieta moderata ed eliminare l'uso di alcol, cibi pesanti, grassi e fritti. Utilizzato per l'analisi del sangue venoso. I risultati dello studio possono essere ottenuti circa il giorno dopo la donazione di sangue.

    L'analisi del sangue ha rivelato la presenza di marcatori di allergia. Con un risultato positivo, viene condotto uno studio sul livello di immunoglobulina E. Esistono valori normali di questo indicatore, che differiscono per ciascun gruppo di età. Nel corso della diagnostica, viene determinato l'allergene a cui il corpo reagisce mediante una reazione di ipersensibilità.

    Il trattamento dell'allergia consiste principalmente nell'eliminazione del principale fattore eziologico - l'esclusione del contatto del paziente con l'allergene. Se necessario, viene eseguita una correzione farmacologica della patologia. Viene prescritta la somministrazione di farmaci antistaminici sistemici (suprastin, loratadina, claritina). Farmaci antiallergici locali ad azione antipruriginosa (cinaflan, pomata glucocorticoide), ecc.

    È possibile eseguire esami del sangue per allergie, sottoporsi a un ciclo completo di trattamento e consultare un medico esperto contattando il nostro KVD a pagamento.

    Se è necessario superare esami del sangue per allergie, per immunoglobuline E, contattare l'autore di questo articolo - un allergologo, un dermatologo a Mosca con 15 anni di esperienza.

    Immunoglobulina per allergie

    Descrizione al 16 dicembre 2014

    • Nome latino: Immunoglobulin antiallergicum fluidum
    • Codice ATX: J06BC
    • Ingrediente attivo: Immunoglobulin G (IgG)
    • Produttore: Microgen NPO FSUE (ImBio - Nizhny Novgorod fabbrica per la produzione di bakpreparatov) (Russia)

    La preparazione di Immunoglobulin antiallergico include l'immunoglobulina G come principio attivo. Il principio attivo fornisce effetti antiallergici. Come sostanza aggiuntiva - uno stabilizzatore, la glicina è una parte della preparazione.

    Modulo di rilascio

    Disponibile sotto forma di soluzione per iniezione intramuscolare. La soluzione è limpida o leggermente opalescente, può essere incolore o avere una tinta leggermente gialla. A volte durante la conservazione si può formare un piccolo sedimento, che scompare dopo l'agitazione.

    Azione farmacologica

    Il farmaco è una soluzione concentrata della frazione purificata di immunoglobuline, che sono state isolate mediante il metodo di frazionamento di alcol etilico dal plasma sanguigno. Nella preparazione non ci sono antibiotici e conservanti, non contiene anticorpi contro l'HIV e il virus dell'epatite C, l'antigene del virus dell'epatite B.

    L'immunoglobulina G fornisce un pronunciato effetto antiallergico nelle malattie allergiche del tipo atopico (immediato).

    Farmacocinetica e farmacodinamica

    Il livello più alto di anticorpi nel sangue viene osservato 2-3 giorni dopo la somministrazione del farmaco per via intramuscolare al paziente. L'emivita degli anticorpi va dalle tre alle quattro settimane.

    Indicazioni per l'uso

    È usato allo scopo di terapia complessa in caso di malattie allergiche:

    Controindicazioni

    Non utilizzare lo strumento nei seguenti casi:

    • storia di reazioni allergiche con l'introduzione di immunoglobuline o altri mezzi che sono prodotti dal sangue umano;
    • ARVI, influenza;
    • età del bambino fino a 1 anno.

    Mezzi di attenzione usati per il trattamento di pazienti con sensibilizzazione polivalente.

    Effetti collaterali

    Durante la terapia, alcuni pazienti osservano che hanno una esacerbazione breve e secondaria della malattia di base. Raramente, nei primi giorni, la temperatura corporea sale agli indici subfebrilla, c'è una manifestazione di reazioni locali in quei luoghi in cui è stato somministrato il farmaco. Tali sintomi non sono un prerequisito per fermare il trattamento farmacologico.

    Se una persona che assume Immunoglobulin antiallergico, ci sono marcate reazioni generali sotto forma di riduzione della pressione, nausea, vertigini, debolezza o vi è una forte esacerbazione della malattia principale, si dovrebbe interrompere il trattamento con questo strumento.

    È necessario cancellare il corso della terapia se una persona ha l'influenza, ARVI.

    Prima di iniziare il trattamento, il paziente deve ricevere informazioni che, se la condizione peggiora, deve immediatamente informare il medico curante.

    Istruzioni per l'immunoglobulina antiallergica (metodo e dosaggio)

    I bambini che hanno già compiuto 5 anni, così come i pazienti adulti affetti da malattie allergiche, ricevono la somministrazione di 2 ml del farmaco per via intramuscolare nei glutei o nella zona anteriore della coscia. Il corso di terapia consiste di 5 iniezioni, con l'intervallo tra le iniezioni dovrebbe essere di 4 giorni.

    I bambini di età compresa tra 1 e 5 anni devono ricevere 1 ml per via intramuscolare nella zona anteriore della coscia. In totale, durante il corso del trattamento, il bambino malato riceve 5 iniezioni, l'intervallo tra loro è di 4 giorni. Se stiamo parlando di un decorso grave della malattia o quando il disturbo è più vecchio di 1 anno, la dose può aumentare fino a 2 ml, mentre lo schema rimane lo stesso.

    È possibile condurre un ciclo ripetuto di terapia in 4-5 mesi. Le persone che soffrono di pollinosi vengono trattate una volta all'anno, circa 1-2 mesi prima della prevista esacerbazione stagionale della condizione.

    Prima dell'iniezione, è necessario tenere la fiala con il farmaco per circa due ore a una temperatura compresa tra 18 e 22 ° C. Quando si apre il contenitore e si somministra la medicina, si dovrebbe seguire rigorosamente tutte le regole di asepsi e antisepsi. Si consiglia di raccogliere la soluzione nella siringa con un ago con un ampio spazio. Il farmaco non deve essere somministrato se l'ampolla è danneggiata o le proprietà fisiche della soluzione sono cambiate.

    A causa della probabilità di sviluppo di reazioni anafilattiche nelle persone con ipersensibilità, dovrebbe essere supervisionato da uno specialista per 30-60 minuti dopo l'iniezione.

    overdose

    Non ci sono dati sul sovradosaggio.

    interazione

    L'uso di immunoglobulina è consentito mentre si assumono altri farmaci contemporaneamente, ma solo se somministrati mediante iniezione separata.

    Sotto l'influenza del farmaco può diminuire l'efficacia dell'impatto dei vaccini con virus vivi. Pertanto, per introdurre tali vaccini mono non prima di tre mesi dopo la fine del ciclo di somministrazione di immunoglobuline.

    Condizioni di vendita

    Acquista la prescrizione antiallergica Immunoglobulin.

    Condizioni di conservazione

    La temperatura deve essere mantenuta da 2 a 8 ° C durante il trasporto e la conservazione del prodotto. Non congelare la soluzione.

    Periodo di validità

    Periodo di validità - 2 anni. Dopo la sua scadenza, il farmaco non può essere somministrato.

    Istruzioni speciali

    Non influisce sulla capacità di guidare veicoli ed eseguire azioni associate alla necessità di focalizzare l'attenzione.

    Non assegnato ai bambini che non hanno ancora 1 anno. I bambini dopo 1 anno possono essere prescritti il ​​farmaco se indicato.

    Durante la gravidanza e l'allattamento

    Recensioni Immunoglobulin antiallergico

    Il feedback degli utenti sull'efficacia di questo farmaco suggerisce che in molti casi, dopo un ciclo di trattamento con un rimedio, le condizioni del paziente sono nettamente migliorate e i segni espressi di allergia scompaiono.

    Prezzo Immunoglobulin antiallergico dove comprare

    Il prezzo di Immunoglobulin antiallergico (10 fiale) è da 4800 rubli.

    • Farmacia online Russia Russia

    Istruzione: si è laureata presso il Rivne State Basic Medical College con una laurea in Farmacia. Si è laureata alla Vinnitsa State Medical University. M.I.Pirogov e tirocinio alla sua base.

    Esperienza lavorativa: dal 2003 al 2013 ha lavorato come farmacista e capo di un chiosco di farmacia. Ha ricevuto diplomi e voti per molti anni di duro lavoro. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.

    Ha ricevuto 5 colpi per 8000 rubli. Nessun risultato

    Nastya: ho fermato la "caduta delle foglie" dei capelli, fuh.. Sai, sono caduto pesantemente in autunno. Sulle foglie

    Sabrina: Non so nemmeno se provarli o meno.. alcuni diranno dopo aver preso le macchie rosse.

    Irina: circa 2-3 anni ha preso il regulon, tutto era normale, di recente sono iniziati i problemi con le mestruazioni.

    Tutti i materiali presentati sul sito sono a solo scopo informativo e informativo e non possono essere considerati un trattamento prescritto da un medico o una consulenza sufficiente.

    L'amministrazione del sito e gli autori degli articoli non sono responsabili per eventuali perdite e conseguenze che potrebbero verificarsi durante l'utilizzo dei materiali del sito.

    Immunoglobulina per allergie

    L'allergia oggi è abbastanza comune. Allo stesso tempo, le persone di diverso sesso, età e occupazione sono soggette al suo verificarsi. Può anche essere ereditato, non importa quanto strano possa sembrare. Il concetto di allergie implica un'ipersensibilità del sistema immunitario, che si verifica quando i contatti ripetuti del corpo con l'allergene. Nel ruolo di quest'ultimo, le sostanze completamente sicure, come polline di fiori, peli di animali, polvere di casa e cibo, spesso agiscono. È proprio in relazione a ciò che le allergie sono spesso chiamate errore di immunità, perché c'è una reazione, che in generale non dovrebbe essere. Quindi possiamo concludere che l'immunità e le allergie sono strettamente correlate. Pertanto, le allergie all'immunologia sono due concetti inseparabili.

    È proprio a causa della connessione diretta dell'allergia con il sistema immunitario che i bambini che hanno un sistema immunitario ancora troppo debole ne soffrono molto spesso, non hanno avuto il tempo di formarsi completamente.

    Cosa succede con le allergie?

    Ad oggi, ci sono diverse fasi principali di una reazione allergica, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche:

    • stadio immunitario - la sua durata dipende dal periodo di tempo dal primo contatto con l'allergene fino alla prossima volta;
    • fase patochimica - inizia con il contatto ripetuto del corpo con l'allergene, accompagnato dal rilascio di molte sostanze biologicamente attive, la cui produzione avviene nel sistema immunitario;
    • stadio fisiopatologico - inizia al momento del danno alle cellule del corpo con sostanze prodotte da esso in risposta all'azione dell'allergene;
    • la fase clinica è già il momento in cui i sintomi di allergia cominciano ad apparire: respiratoria, cutanea, neurologica.

    Notiamo l'allergia solo nell'ultima fase, quando compaiono le sue manifestazioni cliniche, andiamo da un allergologo per una diagnosi, che consente di determinare l'allergene, al fine di ricevere un trattamento efficace. Uno dei metodi più istruttivi è l'analisi del livello di immunoglobulina. A tale scopo, il sangue venoso viene prelevato per l'esame.

    Cos'è l'immunoglobulina

    L'immunoglobulina è una proteina speciale prodotta dal corpo come difesa contro agenti patogeni e batteri. Li colpisce in modo distruttivo, proteggendo le persone dalla malattia. Nel caso di allergie, studiate in dettaglio dall'immunologia, il corpo umano assume sostanze completamente innocue (nella maggior parte dei casi) per microrganismi patogeni, produce per loro immunoglobuline E, il cui contenuto nel siero determina la presenza e l'intensità della reazione allergica. Quindi c'è un forte legame tra allergie e immunità. Più alto è il livello di immunoglobulina, più luminosa e più seria è la reazione allergica. Questo perché questa proteina ha un effetto dannoso sugli allergeni, che, nel suo "parere", minacciano il corpo, ma colpisce anche le cellule normali, provocando l'inizio di processi patologici, dopo i quali compaiono i primi sintomi di allergia.

    Tipi di immunoglobuline

    Esistono cinque tipi di immunoglobuline, ognuna delle quali svolge le sue funzioni nel corpo. Considerali in dettaglio:

    • Le immunoglobuline M sono considerate il primo difensore degli antigeni. Inizia a essere prodotto istantaneamente, dopo l'ingresso dell'antigene nel corpo. La proporzione di immunoglobulina M è solo del 10%;
    • immunoglobulina G - appartiene alla classe principale di Ig, che è contenuta nel sangue, inizia a essere prodotta un paio di giorni dopo l'IgM, rimane nel sangue per lungo tempo, riducendo il rischio di recidiva di malattia;
    • immunoglobuline E - è lui che prende parte a una reazione allergica, è il principale difensore del corpo contro le infezioni. In una normale condizione umana, questa proteina è quasi completamente assente nel sangue;
    • Immunoglobulina A - il suo compito principale è quello di proteggere le mucose da infezioni e batteri. Questa proteina rappresenta il 20% del totale;
    • L'immunoglobulina D - non ancora completamente studiata, è contenuta nel sangue in una frazione dell'1%.

    Avendo preso in considerazione tutte le classi di immunoglobulina, è possibile capire che è la classe E a essere responsabile della reazione allergica, pertanto, durante la diagnosi, l'attenzione è rivolta specificamente al contenuto di questa sostanza nel siero del sangue per determinare il sistema immunitario durante le allergie e per trovare l'allergene.

    Livello di proteine

    Quando si esaminano gli adulti, il livello di IgE nel sangue è meno importante rispetto ai bambini. Ma, anche con questa condizione, la ricerca è condotta per tutti.

    Se i test di laboratorio hanno dimostrato che il bambino ha un livello aumentato di IgE, è possibile ipotizzare la presenza di rinite allergica, dermatite allergica, cibo e altri tipi di allergie. Ma può testimoniare e sull'infezione da elminti, la presenza di asma bronchiale. A un livello ridotto di IgE, non stiamo parlando di allergie. Ma poi ci sono sospetti sulla presenza di altre malattie, non meno gravi, come la sindrome di Louis-Barr, alcuni tipi di tumori.

    I limiti del normale possono essere chiamati i seguenti intervalli di valori di IgE, che sono determinati dall'analisi del siero del sangue:

    • per bambini fino a 3 mesi. - da 0 a 2 kE / l;
    • da 3 a 6 mesi - da 3 a 10 kE / l;
    • bambini fino a un anno - da 8 a 20 kE / l;
    • bambini da 1 anno a 5 anni - da 10 a 50 KE / l;
    • bambini da 5 anni a 15 anni - da 16 a 60 KU / l;
    • adulti - da 20 a 100 kE / l.

    Se vengono rilevate solo deviazioni da questi indicatori, possiamo parlare di insuccessi nell'immunità e presenza di allergie. Quindi il siero del sangue verrà inviato per un'analisi specifica, consentendo di determinare la risposta dell'organismo di un particolare paziente a più di 600 degli allergeni più comuni.

    Immunoglobulina antiallergico

    Descrizione al 16 dicembre 2014

    • Nome latino: Immunoglobulin antiallergicum fluidum
    • Codice ATX: J06BC
    • Ingrediente attivo: Immunoglobulin G (IgG)
    • Produttore: Microgen NPO FSUE (ImBio - Nizhny Novgorod fabbrica per la produzione di bakpreparatov) (Russia)

    struttura

    La preparazione di Immunoglobulin antiallergico include l'immunoglobulina G come principio attivo. Il principio attivo fornisce effetti antiallergici. Come sostanza aggiuntiva - uno stabilizzatore, la glicina è una parte della preparazione.

    Modulo di rilascio

    Disponibile sotto forma di soluzione per iniezione intramuscolare. La soluzione è limpida o leggermente opalescente, può essere incolore o avere una tinta leggermente gialla. A volte durante la conservazione si può formare un piccolo sedimento, che scompare dopo l'agitazione.

    Azione farmacologica

    Il farmaco è una soluzione concentrata della frazione purificata di immunoglobuline, che sono state isolate mediante il metodo di frazionamento di alcol etilico dal plasma sanguigno. Nella preparazione non ci sono antibiotici e conservanti, non contiene anticorpi contro l'HIV e il virus dell'epatite C, l'antigene del virus dell'epatite B.

    L'immunoglobulina G fornisce un pronunciato effetto antiallergico nelle malattie allergiche del tipo atopico (immediato).

    Farmacocinetica e farmacodinamica

    Il livello più alto di anticorpi nel sangue viene osservato 2-3 giorni dopo la somministrazione del farmaco per via intramuscolare al paziente. L'emivita degli anticorpi va dalle tre alle quattro settimane.

    Indicazioni per l'uso

    È usato allo scopo di terapia complessa in caso di malattie allergiche:

    Controindicazioni

    Non utilizzare lo strumento nei seguenti casi:

    • storia di reazioni allergiche con l'introduzione di immunoglobuline o altri mezzi che sono prodotti dal sangue umano;
    • ARVI, influenza;
    • età del bambino fino a 1 anno.

    Mezzi di attenzione usati per il trattamento di pazienti con sensibilizzazione polivalente.

    Effetti collaterali

    Durante la terapia, alcuni pazienti osservano che hanno una esacerbazione breve e secondaria della malattia di base. Raramente, nei primi giorni, la temperatura corporea sale agli indici subfebrilla, c'è una manifestazione di reazioni locali in quei luoghi in cui è stato somministrato il farmaco. Tali sintomi non sono un prerequisito per fermare il trattamento farmacologico.

    Se una persona che assume Immunoglobulin antiallergico, ci sono marcate reazioni generali sotto forma di riduzione della pressione, nausea, vertigini, debolezza o vi è una forte esacerbazione della malattia principale, si dovrebbe interrompere il trattamento con questo strumento.

    È necessario cancellare il corso della terapia se una persona ha l'influenza, ARVI.

    Prima di iniziare il trattamento, il paziente deve ricevere informazioni che, se la condizione peggiora, deve immediatamente informare il medico curante.

    Istruzioni per l'immunoglobulina antiallergica (metodo e dosaggio)

    I bambini che hanno già compiuto 5 anni, così come i pazienti adulti affetti da malattie allergiche, ricevono la somministrazione di 2 ml del farmaco per via intramuscolare nei glutei o nella zona anteriore della coscia. Il corso di terapia consiste di 5 iniezioni, con l'intervallo tra le iniezioni dovrebbe essere di 4 giorni.

    I bambini di età compresa tra 1 e 5 anni devono ricevere 1 ml per via intramuscolare nella zona anteriore della coscia. In totale, durante il corso del trattamento, il bambino malato riceve 5 iniezioni, l'intervallo tra loro è di 4 giorni. Se stiamo parlando di un decorso grave della malattia o quando il disturbo è più vecchio di 1 anno, la dose può aumentare fino a 2 ml, mentre lo schema rimane lo stesso.

    È possibile condurre un ciclo ripetuto di terapia in 4-5 mesi. Le persone che soffrono di pollinosi vengono trattate una volta all'anno, circa 1-2 mesi prima della prevista esacerbazione stagionale della condizione.

    Prima dell'iniezione, è necessario tenere la fiala con il farmaco per circa due ore a una temperatura compresa tra 18 e 22 ° C. Quando si apre il contenitore e si somministra la medicina, si dovrebbe seguire rigorosamente tutte le regole di asepsi e antisepsi. Si consiglia di raccogliere la soluzione nella siringa con un ago con un ampio spazio. Il farmaco non deve essere somministrato se l'ampolla è danneggiata o le proprietà fisiche della soluzione sono cambiate.

    A causa della probabilità di sviluppo di reazioni anafilattiche nelle persone con ipersensibilità, dovrebbe essere supervisionato da uno specialista per 30-60 minuti dopo l'iniezione.

    overdose

    Non ci sono dati sul sovradosaggio.

    interazione

    L'uso di immunoglobulina è consentito mentre si assumono altri farmaci contemporaneamente, ma solo se somministrati mediante iniezione separata.

    Sotto l'influenza del farmaco può diminuire l'efficacia dell'impatto dei vaccini con virus vivi. Pertanto, per introdurre tali vaccini mono non prima di tre mesi dopo la fine del ciclo di somministrazione di immunoglobuline.

    Condizioni di vendita

    Acquista la prescrizione antiallergica Immunoglobulin.

    Condizioni di conservazione

    La temperatura deve essere mantenuta da 2 a 8 ° C durante il trasporto e la conservazione del prodotto. Non congelare la soluzione.

    Periodo di validità

    Periodo di validità - 2 anni. Dopo la sua scadenza, il farmaco non può essere somministrato.

    Istruzioni speciali

    Non influisce sulla capacità di guidare veicoli ed eseguire azioni associate alla necessità di focalizzare l'attenzione.

    Per i bambini

    Non assegnato ai bambini che non hanno ancora 1 anno. I bambini dopo 1 anno possono essere prescritti il ​​farmaco se indicato.

    Durante la gravidanza e l'allattamento

    Non ci sono dati accurati sulla sicurezza di questo strumento durante la gravidanza e l'allattamento.

    Recensioni Immunoglobulin antiallergico

    Il feedback degli utenti sull'efficacia di questo farmaco suggerisce che in molti casi, dopo un ciclo di trattamento con un rimedio, le condizioni del paziente sono nettamente migliorate e i segni espressi di allergia scompaiono.

    Prezzo Immunoglobulin antiallergico dove comprare

    Il prezzo di Immunoglobulin antiallergico (10 fiale) è da 4800 rubli.

    Immunoglobulina antiallergica: istruzioni per l'uso

    L'allergia è un processo patologico che si verifica a causa della maggiore sensibilità del sistema immunitario e della sua reazione negativa agli allergeni esistenti nella natura e nella vita di tutti i giorni. Il 40% della popolazione è esposto a tutti i tipi di processi allergici.
    Le cause di questa malattia sono:

    • predisposizione genetica;
    • permanenza umana prolungata nella zona allergenica;
    • dieta malsana;
    • abuso di alcol, sigarette e sostanze stupefacenti;
    • frequenti disordini emotivi;
    • contatto prolungato con elementi chimici.

    È importante rilevare la malattia esistente nel tempo e gestirne l'eliminazione immediata nelle fasi iniziali.

    sintomatologia

    I sintomi allergici possono manifestarsi come segue:

    1. frequenti colpi di tosse e starnuti;
    2. costante congestione nasale;
    3. aumento della lacrimazione;
    4. gonfiore dei tessuti molli e delle mucose;
    5. reazioni infiammatorie sulla pelle (esantema, secchezza e arrossamento);
    6. deterioramento del sistema respiratorio;
    7. disagio nell'area della gola;
    8. il verificarsi di eczema e orticaria;
    9. arrossamento e gonfiore degli occhi;
    10. problemi con la defecazione;
    11. minzione incontrollata;
    12. nausea e vomito frequenti.

    Non appena scopri la presenza dei sintomi di cui sopra, contatta immediatamente l'istituto medico per una diagnosi accurata e un trattamento efficace delle allergie.

    Immunoglobulina E

    Il corpo di ogni persona produce un tipo specifico di proteina, che si chiama "immunoglobulina E". È strutturato da due catene di amminoacidi leggere e due pesanti. Le proteine ​​dell'immunoglobulina hanno la capacità di legarsi alle cellule produttrici di istamina, con il risultato che ci sono attacchi di reazioni allergiche. In altre parole: un aumento del livello di proteine ​​IgE nel corpo umano provoca lo sviluppo di:

    • orticaria;
    • eruzioni cutanee sulla base di una maggiore immunità;
    • edema allergico;
    • dermatiti;
    • asma bronchiale.

    Oltre ai processi allergici, un aumento del livello di questa proteina può indicare la presenza di parassiti intestinali, la presenza di malattie polmonari fungine, ecc.

    La norma dell'immunoglobulina E

    C'è una certa quantità di proteine ​​IgE in diversi periodi di età:

    • in bambini fino a un anno - 0-20 IU / ml;
    • all'età da 1 a 5 anni - 10-50 IU / ml;
    • da sei a quattordici anni - 20-60 IU / ml;
    • nell'adolescenza - 100-200 IU / ml;
    • negli adulti: 20-100 IU / ml;
    • in età avanzata - 10-115 IU / ml.

    In caso di aumento del livello di IgE, diventa chiaro che vari processi patologici iniziano a svilupparsi nel corpo umano. Al fine di ripristinare la condizione della vittima, è necessario normalizzare il livello di immunoglobulina nel corpo, e per questo scopo, i farmaci antistaminici sono più spesso utilizzati. Immediatamente affrontano il compito, ma la loro azione può essere di breve durata. Pertanto, molto spesso, per il ripristino qualitativo del livello di una proteina specifica del gruppo E e per combattere le allergie, utilizzare l'immunoglobulina G.

    Antistaminico Immunoglobulina G

    L'immunoglobulina G è un rimedio allergia efficace, creato sulla base delle proteine ​​umane del gruppo G. È eccellente per bloccare la produzione di proteine ​​IgE e, a causa di ciò, ha un effetto antiallergico immediato.

    Questo medicinale si presenta sotto forma di una soluzione limpida o giallastra che viene utilizzata per iniezioni intramuscolari. È molto popolare al momento attuale ed è raccomandato da tutti i medici in caso di qualsiasi sintomo allergico (presenza di pollinosi, asma, dermatite, ecc.).

    A tutti i vantaggi di cui sopra, questo farmaco farmacologico ha un piccolo numero di controindicazioni per l'uso:

    1. infanzia;
    2. malattia influenzale;
    3. la presenza del virus SARS di una persona.

    Ci sono anche effetti collaterali che non richiedono la cessazione del ciclo di trattamento:

    1. esacerbazione a breve termine dei sintomi allergici;
    2. un leggero aumento della temperatura corporea;
    3. processi infiammatori possono svilupparsi nell'area della somministrazione del farmaco.

    Se, dopo l'uso di questo medicinale, il paziente ha una diminuzione della pressione sanguigna, nausea frequente, capogiri e debolezza considerevole, allora il trattamento con tale rimedio deve essere completato.

    La durata di conservazione del farmaco - 2 anni, nelle condizioni di una conservazione adeguata (conservata in un luogo buio a una temperatura compresa tra 2 e 8 gradi).

    Il corso del trattamento inizia circa due mesi prima dell'esacerbazione delle reazioni allergiche nel corpo umano. A volte dopo sei mesi, è necessario un secondo ciclo di introduzione di immunoglobulina G antiallergica in un organismo allergico.

    Immunoglobulina antiallergico

    struttura

    La preparazione di Immunoglobulin antiallergico include l'immunoglobulina G come principio attivo. Il principio attivo fornisce effetti antiallergici. Come sostanza aggiuntiva - uno stabilizzatore, la glicina è una parte della preparazione.

    Modulo di rilascio

    Disponibile sotto forma di soluzione per iniezione intramuscolare. La soluzione è limpida o leggermente opalescente, può essere incolore o avere una tinta leggermente gialla. A volte durante la conservazione si può formare un piccolo sedimento, che scompare dopo l'agitazione.

    Azione farmacologica

    Il farmaco è una soluzione concentrata della frazione purificata di immunoglobuline, che sono state isolate mediante il metodo di frazionamento di alcol etilico dal plasma sanguigno. Nella preparazione non ci sono antibiotici e conservanti, non contiene anticorpi contro l'HIV e il virus dell'epatite C, l'antigene del virus dell'epatite B.

    L'immunoglobulina G fornisce un pronunciato effetto antiallergico nelle malattie allergiche del tipo atopico (immediato).

    Farmacocinetica e farmacodinamica

    Il livello più alto di anticorpi nel sangue viene osservato 2-3 giorni dopo la somministrazione del farmaco per via intramuscolare al paziente. L'emivita degli anticorpi va dalle tre alle quattro settimane.

    Indicazioni per l'uso

    È usato allo scopo di terapia complessa in caso di malattie allergiche:

    Controindicazioni

    Non utilizzare lo strumento nei seguenti casi:

    • storia di reazioni allergiche con l'introduzione di immunoglobuline o altri mezzi che sono prodotti dal sangue umano;
    • ARVI, influenza;
    • età del bambino fino a 1 anno.

    Mezzi di attenzione usati per il trattamento di pazienti con sensibilizzazione polivalente.

    Effetti collaterali

    Durante la terapia, alcuni pazienti osservano che hanno una esacerbazione breve e secondaria della malattia di base. Raramente, nei primi giorni, la temperatura corporea sale agli indici subfebrilla, c'è una manifestazione di reazioni locali in quei luoghi in cui è stato somministrato il farmaco. Tali sintomi non sono un prerequisito per fermare il trattamento farmacologico.

    Se una persona che assume Immunoglobulin antiallergico, ci sono marcate reazioni generali sotto forma di riduzione della pressione, nausea, vertigini, debolezza o vi è una forte esacerbazione della malattia principale, si dovrebbe interrompere il trattamento con questo strumento.

    È necessario cancellare il corso della terapia se una persona ha l'influenza, ARVI.

    Prima di iniziare il trattamento, il paziente deve ricevere informazioni che, se la condizione peggiora, deve immediatamente informare il medico curante.

    Istruzioni per l'immunoglobulina antiallergica (metodo e dosaggio)

    I bambini che hanno già compiuto 5 anni, così come i pazienti adulti affetti da malattie allergiche, ricevono la somministrazione di 2 ml del farmaco per via intramuscolare nei glutei o nella zona anteriore della coscia. Il corso di terapia consiste di 5 iniezioni, con l'intervallo tra le iniezioni dovrebbe essere di 4 giorni.

    I bambini di età compresa tra 1 e 5 anni devono ricevere 1 ml per via intramuscolare nella zona anteriore della coscia. In totale, durante il corso del trattamento, il bambino malato riceve 5 iniezioni, l'intervallo tra loro è di 4 giorni. Se stiamo parlando di un decorso grave della malattia o quando il disturbo è più vecchio di 1 anno, la dose può aumentare fino a 2 ml, mentre lo schema rimane lo stesso.

    È possibile condurre un ciclo ripetuto di terapia in 4-5 mesi. Le persone che soffrono di pollinosi vengono trattate una volta all'anno, circa 1-2 mesi prima della prevista esacerbazione stagionale della condizione.

    Prima dell'iniezione, è necessario tenere la fiala con il farmaco per circa due ore a una temperatura compresa tra 18 e 22 ° C. Quando si apre il contenitore e si somministra la medicina, si dovrebbe seguire rigorosamente tutte le regole di asepsi e antisepsi. Si consiglia di raccogliere la soluzione nella siringa con un ago con un ampio spazio. Il farmaco non deve essere somministrato se l'ampolla è danneggiata o le proprietà fisiche della soluzione sono cambiate.

    A causa della probabilità di sviluppo di reazioni anafilattiche nelle persone con ipersensibilità, dovrebbe essere supervisionato da uno specialista per 30-60 minuti dopo l'iniezione.

    overdose

    Non ci sono dati sul sovradosaggio.

    interazione

    L'uso di immunoglobulina è consentito mentre si assumono altri farmaci contemporaneamente, ma solo se somministrati mediante iniezione separata.

    Sotto l'influenza del farmaco può diminuire l'efficacia dell'impatto dei vaccini con virus vivi. Pertanto, per introdurre tali vaccini mono non prima di tre mesi dopo la fine del ciclo di somministrazione di immunoglobuline.

    Condizioni di vendita

    Acquista la prescrizione antiallergica Immunoglobulin.

    Condizioni di conservazione

    La temperatura deve essere mantenuta da 2 a 8 ° C durante il trasporto e la conservazione del prodotto. Non congelare la soluzione.

    Periodo di validità

    Periodo di validità - 2 anni. Dopo la sua scadenza, il farmaco non può essere somministrato.

    Istruzioni speciali

    Non influisce sulla capacità di guidare veicoli ed eseguire azioni associate alla necessità di focalizzare l'attenzione.

    Per i bambini

    Non assegnato ai bambini che non hanno ancora 1 anno. I bambini dopo 1 anno possono essere prescritti il ​​farmaco se indicato.

    Durante la gravidanza e l'allattamento

    Non ci sono dati accurati sulla sicurezza di questo strumento durante la gravidanza e l'allattamento.

    Recensioni Immunoglobulin antiallergico

    Il feedback degli utenti sull'efficacia di questo farmaco suggerisce che in molti casi, dopo un ciclo di trattamento con un rimedio, le condizioni del paziente sono nettamente migliorate e i segni espressi di allergia scompaiono.

    Prezzo Immunoglobulin antiallergico dove comprare

    Il prezzo di Immunoglobulin antiallergico (10 fiale) è da 4800 rubli.

    • Farmacia online Russia Russia

    ZdravZona

    Immunoglobulin antiallergico 2ml №10 amp.

    Immunoglobulina antiallergico 1 ml №10 amp.

    PRESTARE ATTENZIONE!
    Le informazioni sui farmaci sul sito sono un riferimento e un riepilogo, raccolte da fonti disponibili pubblicamente e non possono servire come base per prendere decisioni sull'uso di droghe nel corso del trattamento. Prima di usare il farmaco Immunoglobulin antiallergico assicurati di consultare il medico.